Curiosità

Pessima aria su Pechino

A meno di un mese dalle Olimpiadi l'aria di Beijing (Pechino) è ancora terribilmente inquinata. A farne le spese saranno soprattutto gli atleti impegnati in gare di resistenza come la maratona. (Alessandro Bolla, 14 luglio 2008)

Quando nel 2001 il governo cinese ottenne l'assegnazione delle Olimpiadi, si impegnò con la comunità internazionale a migliorare la qualità dell'aria della propria capitale, nota per essere una delle città più inquinate del mondo, così da renderla "idonea" ad accogliere atleti e appassionati di sport da ogni angolo del pianeta. Ma a meno di un mese dall'inizio dei Giochi, qual è la situazione della metropoli? Per rispondere a questa domanda James Raynolds, un giornalista della Bbc, ha girato in lungo e in largo Beijing per 7 giorni, armato di un rilevatore di pm10 portatile. Raynolds ha potuto constatare come i livelli di inquinamento della città siano stati ben oltre le soglie massime previste dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per 6 giorni su 7 e come il livello medio di polveri sottili, le più pericolose perché si depositano nei polmoni, sia stato in alcuni casi fino a 7 volte più alto del massimo consentito. L'amministrazione della città ha dichiarato di aver già fatto molto per ridurre i livelli di inquinamento: ha bloccato i cantieri e le attività industriali e ha limitato moltissimo la circolazione delle auto private. Negli ultimi mesi il Comitato Olimpico ha più volte minacciato di spostare alcune gare (tra cui la maratona e le lunghe distanze di ciclismo) se la situazione dell'aria di Pechino non migliorerà. Ma a meno di un mese dall'inaugurazione dei Giochi la situazione non sembra proprio delle migliori.

14 luglio 2008
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Chi erano i gladiatori? Davvero lottavano sempre all’ultimo sangue? Con quali armi e tecniche combattevano? Perché gli imperatori investivano una fortuna sui loro spettacoli di morte? Entriamo negli anfiteatri della Roma imperiale per conoscere da vicino gli atleti più famosi dell’antichità. E ancora: come la moda del Novecento ha ridato la libertà alle donne; alla scoperta di Monte Verità, la colonia sul lago Maggiore paradiso di vegani e nudisti; i conflitti scoppiati per i motivi più stupidi; la guerra al vaccino antivaiolo dei primi no vax; le Repubbliche Sorelle.

ABBONATI A 29,90€
Focus e il WWF festeggiano insieme il compleanno: Focus è in edicola da 30 anni e il WWF si batte da 60 per la difesa della natura e degli ecosistemi. Insieme al WWF, Focus è andato nelle riserve naturali e nei luoghi selvatici del mondo per scoprire come lavorano i loro ricercatori e volontari per aiutare la Terra e i suoi abitanti. Inoltre: perché i cicloni sono sempre più violenti; perché la miopia sta diventando un'emergenza globale; come sarebbero gli alieni (se esistessero).
ABBONATI A 29,90€
Follow us