Curiosità

Perché con gli anni la nostra voce cambia?

La nostra voce non è la stessa di quando eravamo bambini, e non sarà la stessa quando saremo più anziani: perché? Ecco i fattori che contribuiscono a modificarla negli anni.

La nostra voce cambia da quando nasciamo a quando moriamo: non è solo colpa dell'invecchiamento, ma anche degli ormoni, dell'alcol, del fumo, di alcune medicine e del tipo di lavoro che svolgiamo.

Come spiega Adam Taylor, docente di anatomia alla Lancaster Medical School (Lancaster University, Regno Unito), in un articolo di The Conversation, il suono della nostra voce viene prodotto dalle corde vocali, che si trovano nella laringe, una parte del sistema respiratorio che permette all'aria di passare dalla gola ai polmoni: quando questo avviene, le corde vocali vibrano, producendo il suono.

Queste sono composte da tre parti principali: il muscolo vocale, il legamento vocale e la membrana mucosa, che ricopre le ghiandole. La laringe ha inoltre altri 17 muscoli circa in grado di alterare la posizione e la tensione delle corde vocali, modificando il suono prodotto.

tutto un crescendo. Durante la pubertà, gli ormoni iniziano a modificare la nostra voce, agendo sulla struttura della laringe (e contribuendo a rendere più visibile il pomo d'Adamo negli uomini) e sulla lunghezza delle corde vocali, che dopo la pubertà misurano circa 16 mm negli uomini e 10 mm nelle donne.

Le corde vocali femminili diventano generalmente un 20-30% più sottili, e questo è il motivo per cui le ragazze hanno una voce più acuta dei ragazzi.

conta anche il Ciclo mestruale. Nelle donne, la voce cambia anche a seconda della fase del ciclo mestruale in cui si trovano: la qualità della voce migliora durante l'ovulazione, perché le ghiandole producono più muco e "lubrificano" le corde vocali.

Le donne che assumono la pillola anticoncezionale non hanno questo tipo di variazioni mensili, perché il farmaco blocca l'ovulazione.

Durante la fase premestruale le corde vocali sono invece più rigide: per evitare che le danneggiassero, negli anni Sessanta alle cantanti d'opera venivano garantiti dei giorni liberi dal canto.

con l'età si perde TONO. Con l'età la laringe aumenta il contenuto di minerali, diventando più rigida e più simile a una cartilagine ossea. Questo cambiamento, che può avvenire fin dai trent'anni in particolare negli uomini, rende meno flessibili le corde vocali, che perdono tono muscolare; anche i tessuti che le supportano perdono elasticità e diventano meno flessibili.

A modificare la nostra voce contribuisce anche una diminuzione del funzionamento muscolare polmonare (con una conseguente riduzione della forza dell'aria espulsa dai polmoni), del numero di ghiandole che producono il muco protettivo e dell'abilità di controllare la laringe.

se ci si mettono i vizi... Vi sono poi vizi che aumentano il rischio di danneggiare le corde vocali, come il fumo – che causa infiammazione localizzata, produzione eccessiva di muco ma anche secchezza delle mucose – e l'alcol, che ha degli effetti simili.

Non solo. Anche alcuni farmaci possono alterare la voce: gli steroidi inalatori utilizzati per combattere la laringite, ad esempio, gli anticoagulanti (che possono causare la formazione di polipi) o i miorilassanti (che possono causare irritazione e danneggiare le corde vocali). Per fortuna i cambiamenti dovuti all'assunzione di questi farmaci generalmente spariscono quando si smette di assumerli.

allenarsi,  ma non troppo. Un ultimo fattore che contribuisce a cambiare la nostra voce negli anni può essere l'abuso che se ne fa in alcuni lavori: non parliamo solo di cantanti, ma anche di insegnanti di scuola o allenatori, che utilizzano sempre un tono di voce alto.

In generale, comunque, cantare o leggere a voce alta giornalmente (senza esagerare) può servire ad allenare le corde vocali e mantenerle in forma, rallentandone l'invecchiamento: per prevenire i danni alla nostra voce è importante anche idratarsi e limitare il consumo di alcol e fumo.

30 luglio 2023 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us