Perché si dice "avere la coda di paglia"?

corbis-42-31581256
Una volpe seminascosta. Foto: © John Short/Design Pics/Corbis

L’espressione deriva da una favola di Esopo che narra di una volpe cui una tagliola mozzò la coda. La bestiola si vergognava, così deturpata nella sua eleganza, e gli altri animali, suoi amici, decisero di farle una coda di paglia. La coda era così bella che, chi non sapeva della disgrazia, non avrebbe mai potuto sospettare fosse finta.
(Multimedia: riconosci questa coda? E a cosa serve?)

Segreto svelato
Ma un giorno un gallo si lasciò scappare il segreto e la notizia della volpe con la coda di paglia arrivò fino all’orecchio dei contadini. Conoscendo il punto debole della volpe, questi accesero dei fuochi vicino ai pollai, perché non potesse più rubare i loro polli. La volpe sapeva che la paglia prende fuoco facilmente, e per paura di bruciarsi non si avvicinò più ai pollai.
(Gallery: natura selvaggia e mozzafiato)

Il difetto nascosto
Da qui “avere la coda di paglia”, che significa temere ogni tipo di critica per un comportamento, o un difetto, su cui si teme che gli altri possano infierire. Come dice un proverbio toscano: “Chi ha la coda di paglia ha sempre paura che gli pigli fuoco”.

Ancora sui modi di dire:
Perché si dice così? Tutte le domande e risposte sui modi di dire
Fai il test sui modi di dire

27 Febbraio 2012

Codice Sconto

Come vengono girate

 

le scene di SESSO 
 

dei FILM?