Curiosità

Perché si contano le pecore per addormentarsi?

Si dice spesso, ma lo avete mai fatto? Ecco le origini questo modo di dire.

Il detto sembra avere origine da Il Novellino, una raccolta di novelle toscane della fine del Duecento. In una delle storie si racconta infatti che Ezzelino III da Romano, detto “il terribile”, per alleviare i tormenti l'insonnia ingaggiò un cantastorie perché lo intrattenesse durante le notti in bianco.

Traghettatore di pecore. L’uomo però avrebbe preferito dormire, e così durante l’ennesima veglia raccontò al nobile di un pastore che doveva attraversare un fiume con il suo gregge servendosi di un traghettatore con una barchetta su cui poteva stare solo una pecora. Il traghettatore caricò la prima pecora e la portò sull’altra sponda. Quindi tornò indietro, caricò la seconda e così via.

Il cantastorie tacque ed Ezzelino spazientito lo esortò a continuare, ma lui rispose: «Signore, dobbiamo prima farle passare tutte!» Ezzelino scoppiò a ridere e finalmente il cantastorie poté dormire.

Qual è il metodo migliore per addormentarsi? Non quello di contare le pecore. Secondo i ricercatori dell’Università di Oxford, è troppo noioso (e legato a una realtà contadina che non ci appartiene più) per riuscire a distogliere la mente dai problemi e dalle preoccupazioni che ci impediscono il sonno.

Meglio, invece, immaginare qualcosa di rilassante: una fresca cascata o una spiaggia solitaria. Questa tecnica consente, “cronometro” alla mano, di addormentarsi in media 20 minuti prima che contando le pecore o non attuando alcuna strategia.

È del tutto deleterio, invece, cercare forzatamente di “scacciare” i pensieri negativi o ansiogeni: serve solo a pensarci di più. Rimanendo svegli.

9 giugno 2015
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us