Curiosità

Perché le anticipazioni dei film si chiamano trailer?

il termine è comparso più di un secolo fa, ai tempi del cinema muto.

In inglese trailer significa rimorchio. Il termine esce dal gergo automobilistico per entrare nel linguaggio degli addetti ai lavori del cinema attorno al 1913, quando nelle sale cinematografiche viene trasmesso il primo trailer con le anticipazioni di uno spettacolo teatrale di Broadway, intitolato The Pleasure Seekers.

La cosa funziona e ne arrivano altri, che precedono o più spesso seguono i film. Finché nel 1917, ci pensa il New York Times ad accreditare la parola tra il grande pubblico: «L’industria del cinema - si legge in un articolo - ieri ha iniziato l'invio di filmini noti come “trailer” (rimorchi) per tutte le 15.000 o più sale cinematografiche negli Stati Uniti. Questi film sono lunghi 21 metri e sono allegati a film più lunghi». Dunque il trailer si chiama così perché veniva rimorchiato da un film famoso.


La parola rimorchio vi fa pensare che il trailer non anticipasse il film, come avviene oggi, ma lo seguisse? Era proprio così. Nei primi anni del cinema muto non c'era la divisione in spettacoli a orari precisi di oggi: una volta pagato il biglietto, si poteva entrare in sala in qualsiasi momento. I film venivano proiettati a flusso continuo, con intermezzi di ogni tipo, dalle pubblicità ai cinegiornali.

È solo nel 1930 che gli studios di Hollywood, compreso il potere promozionale dei trailer, decidono di programmarli prima del film, nello spazio pubblicitario più ambito, dove si trovano ancora oggi, anche se hanno tracimato in tv e su Youtube, dove non hanno più bisogno di... un film che li rimorchi.

10 settembre 2016 Eugenio Spagnuolo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us