Curiosità

Perché le anticipazioni dei film si chiamano trailer?

il termine è comparso più di un secolo fa, ai tempi del cinema muto.

In inglese trailer significa rimorchio. Il termine esce dal gergo automobilistico per entrare nel linguaggio degli addetti ai lavori del cinema attorno al 1913, quando nelle sale cinematografiche viene trasmesso il primo trailer con le anticipazioni di uno spettacolo teatrale di Broadway, intitolato The Pleasure Seekers.

La cosa funziona e ne arrivano altri, che precedono o più spesso seguono i film. Finché nel 1917, ci pensa il New York Times ad accreditare la parola tra il grande pubblico: «L’industria del cinema - si legge in un articolo - ieri ha iniziato l'invio di filmini noti come “trailer” (rimorchi) per tutte le 15.000 o più sale cinematografiche negli Stati Uniti. Questi film sono lunghi 21 metri e sono allegati a film più lunghi». Dunque il trailer si chiama così perché veniva rimorchiato da un film famoso.


La parola rimorchio vi fa pensare che il trailer non anticipasse il film, come avviene oggi, ma lo seguisse? Era proprio così. Nei primi anni del cinema muto non c'era la divisione in spettacoli a orari precisi di oggi: una volta pagato il biglietto, si poteva entrare in sala in qualsiasi momento. I film venivano proiettati a flusso continuo, con intermezzi di ogni tipo, dalle pubblicità ai cinegiornali.

È solo nel 1930 che gli studios di Hollywood, compreso il potere promozionale dei trailer, decidono di programmarli prima del film, nello spazio pubblicitario più ambito, dove si trovano ancora oggi, anche se hanno tracimato in tv e su Youtube, dove non hanno più bisogno di... un film che li rimorchi.

10 settembre 2016 Eugenio Spagnuolo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us