Speciale
Domande e Risposte
Curiosità

Perché la nazionale dell'Austria ha cambiato il colore della divisa?

La nazionale di calcio dell'Austria veste di rosso. Eppure fino a qualche anno fa usava divise bianche (e in un'occasione indossò le maglie del Napoli!). Perché il cambio?

Dopo avere "scartato" l'originaria maglia bianca, adottata dalla sua fondazione fino ai primi anni 2000, la nazionale di calcio dell'Austria attualmente scende in campo indossando una divisa rossa (mentre la maglia di riserva è, in genere, nera).

Come i tedeschi. Il "cambio di colore" – un fatto davvero insolito per le squadre di calcio, a maggior ragione nel caso di squadre nazionali – fu voluto dall'allenatore austriaco Hans Krankl che, alla divisa bianca – inizialmente adottata per "emulare" i colori della nazionale tedesca – preferì una maglia rossa, con pantaloncini bianchi e calzettoni rossi, che risulta più coerente con i colori della bandiera nazionale austriaca (anche se in qualche occasione, quando c'è il rischio di confondersi con gli avversari, i pantaloncini sono neri).

A dire il vero, in una circostanza, la nazionale austriaca si vestì addirittura di azzurro: secondo quanto riporta Wikipedia, accadde durante la Coppa del Mondo del 1934, in occasione di una partita giocata a Napoli contro la Germania. Per distinguersi dai giocatori tedeschi, che usavano la loro tradizionale maglia bianca, gli austriaci si fecero prestare le divise dalla locale squadra napoletana e le indossarono per l'occasione.

26 giugno 2021 Roberto Graziosi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us