Curiosità

Perché esistono i capelli molto ricci?

Da un punto di vista evolutivo, i capelli molto ricci sono stati importanti per proteggere la testa dei nostri antenati dal calore del sole.

I capelli ricci saranno anche difficili da gestire, pettinare e curare, ma hanno un vantaggio non indifferente, oltre a quello di essere molto sexy: offrono la migliore protezione della testa dai raggi e dal calore del sole e questo potrebbe essere uno dei motivi per cui questo tratto si sia evoluto nei primi ominidi in Africa mentre la capigliatura liscia è emersa solo quando alcuni umani si sono trasferiti in zone e latitudini più fresche. Il motivo per cui i nostri antenati, una volta diventati bipedi, persero i peli sul corpo ma mantennero un folto cuoio capelluto è proprio per evitare che le nostre teste si surriscaldassero al sole.

Il capello e l'evoluzione. Per approfondire la teoria della funzione termoregolatrice dei capelli un gruppo di ricercatori della Penn State University (Usa) guidati da Tina Lasisi ha fatto indossare a un manichino dotato di sensori termici tre parrucche, una fatta con capelli umani lisci e le altre due con capelli ricci e molto ricci (a turacciolo). Dopo aver esposto il manichino a radiazioni solari simulate in un ambiente controllato, i ricercatori hanno misurato quali capelli avessero dissipato meglio il calore. I capelli molto ricci, simili a quelli delle persone di recente discendenza africana, si sono dimostrati i più efficienti nell'isolare la testa dal calore. La ricerca ha una certa importanza perché è il primo studio a esaminare il tipo di capelli da un punto di vista evolutivo.

Ogni mese su Focus in edicola trovi lo speciale Domande & Risposte!

1 maggio 2023
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us