Cultura

Pazzi primati: tutto quello che dovreste sapere sul libro più famoso del mondo

Il guinness dei primati è nato da una scommessa tra amici ed è diventato un fenomeno di vaste proporzioni. Ma perché cimentarsi in imprese spericolate e sensazionalistiche? Scopritelo in questo...

Pazzi primati: tutto quello che dovreste sapere sul libro più famoso del mondo

Il guinness dei primati è nato da una scommessa tra amici ed è diventato un fenomeno di vaste proporzioni. Ma perché cimentarsi in imprese spericolate e sensazionalistiche?

Centinaia di surfisti sulla stessa onda: c'hanno provato
in Sud Africa nel settembre del 2006. E, nonostante
siano stati "solo" 73 i partecipanti sincronizzati,
il precedente record (di 53) è stato battutto.
Clicca qui per vedere il momento clou del guinness.


di Elisabetta Intini

Quanto è profonda la grotta più profonda del mondo? Più di 2 km.
E quanto misura il diametro del pallone di gomma da masticare più grande mai gonfiato dall’uomo?
E che in un solo giorno, mentre in 9 milioni sulla terra festeggiano il compleanno, piovono sul nostro pianeta oltre 100 tonnellate di materiale dallo spazio? Ci sono persone che per lavoro leggono e selezionano le notizie dei record più particolari del mondo, e redigono il celebre Guinness World Record Book, il libro dei Guinness dei primati. Ma come è nata quest’opera, che, dopo la Bibbia e il Corano, è il terzo volume più venduto al mondo?




Record da pazzi



Record day 2006

Il maggior numero di cannucce in bocca

Il più grande meeting di clown

La più grande montagna russa

I dolci con più... calorie

La più alta montagna... di bicchieri

Il salto più lungo in mountain bike

Il più grande albero di Natale

Il più alto numero di uova... in equilibrio

Il più grande bucato di reggiseni

La donna più bucata

La più grande bottiglia di vino

L'urlo più potente






La prima scommessa... tra amici
Quest’idea geniale è venuta a Sir Hugh Beaver, direttore della birreria Guinness. Nel 1951, durante una battuta di caccia, tra lui e i suoi amici nacque una discussione su quale fosse l’uccello più veloce del mondo. Beaver si accorse che non esisteva nessun libro in grado di rispondere a questa domanda; così dovette immaginare l’utilità di un volume dedicato a curiosità su primati in ogni campo, per non parlare dell’importanza che una simile iniziativa avrebbe potuto avere per la birreria.
Detto fatto: l’opera fu commissionata ai gemelli Norris, che all’epoca gestivano una società di documentazione a Londra; il loro lavoro portò alla pubblicazione, il 27 agosto 1955, di uno dei libri più famosi del mondo, diffuso in oltre 40 paesi diversi. Dal progetto iniziale, che raccoglieva prevalentemente primati naturali e sportivi, quest’opera si è gradualmente trasformata, arrivando a catalogare i record più curiosi e disparati, che possono essere stabiliti da chiunque lo desideri.

Parola d'ordine: buttarsi nella mischia
Per tutti coloro che vogliono vedere il proprio nome apparire sul libro dei primati, esiste il Guinness World Records Day, che si tiene il 9 novembre di ogni anno.
Qualunque cosa sappiate fare in modo eccellente, anche se si tratta di una stranezza, fatevi avanti: incontrerete la persona più veloce con un’etichettatrice, quella che possiede la più grande collezione di versioni della stessa canzone e un uomo che è stato baciato da 62 persone diverse in un solo minuto. E se questi vi sembrano record strani, provate a cimentarvi nel scoprirne altri ancor più bizzarri in un test multimediale.
Il giocoliere più forte del mondo?
È lo slovacco Milan Roskopf, che
è riuscito a far roteare tre palle
da 10 chili per 15,80 secondi.
Niente a che vedere però con
il giocaliere più abile del mondo.
Oltre a partecipare al giorno dei record, per divenire campioni è possibile spedire la propria domanda alla Guinness World Records e attendere una risposta dalla società. La selezione delle domande è molto dura: è necessario proporre un record non ancora esistente (e nel mondo ne esistono dei più disparati) o allenarsi duramente per battere un primato già stabilito.
La compagnia, però, invita caldamente tutti i partecipanti a non tentare imprese troppo pericolose, soprattutto se il rischio potrebbe coinvolgere anche altre, ignare persone. Evidentemente Brian Duffield, l’uomo in grado di ingerire una cipolla cruda nel minor tempo possibile (1 minuto e 29 secondi) non doveva conoscere questa clausola…
Ma per scoprire i record più pericolosi, girate pagina.

Della serie: "Non provateci a casa".
Il georgiano Lasha Patarava ha stabilito un insolito
(e pericoloso) record: è riuscito a tirare un camion
di 4,5 tonnellate con la sola forza... di un orecchio.

Incoscienti, ma felici (e premiati)
C’è qualcuno che, per diventare recordman, è disposto a rischiare di farsi seriamente male: per loro è stata creata appositamente la sezione “Non provateci a casa”. Qui vengono registrati i primati di chi si cimenta, ad esempio, a tenere fra i denti pericolosi scorpioni o serpenti a sonagli; o di chi si affida decisamente alla sorte sperimentando il “lancio banzai”: prima viene lanciato il paracadute da un aereo a 3000 m di quota, quindi si lancia l’incosciente paracadutista, che deve tentare di agganciare in aria il paracadute, sempre che riesca a raggiungerlo.
Sempre in questa sezione trova la fama chi è rimasto più a lungo senza compiere funzioni biologiche fondamentali, come mangiare o respirare.
Il periodo più lungo di sopravvivenza senza cibo è di 382 giorni, anche se, a dirla tutta, il primatista pesava in origine 214 kg; grazie a quest’impresa è arrivato a pesare circa 80 kg. Tom Sietas, invece, dopo una seduta di iperventilazione è riuscito a trattenere il respiro sott’acqua, a 3 m di profondità, per ben 14 minuti e 12 secondi.

Collezioni infinite
Un altro modo per partecipare è proporre di registrare le vostre collezioni (e sappiamo che ne avete), soprattutto se si tratta di raccolte di oggetti decisamente inusuali: l’olandese Nick Vermeulen è divenuto famoso per la sua collezione di sacchetti messi a disposizione dalle varie compagnie aeree per chi soffre di mal d’aria.




Altri record da pazzi




Il matrimonio più grande del mondo

Il libro più grande del mondo

Il pesce più grande

L'uomo più alto

Il cappuccino più grande

La paella più ricca

Il fiocco di neve più grosso

Il più alto numero di zucche... accese

Il domino più grande del mondo

Il più vasto lancio contemporaneo in caduta libera

Record di permanenza con insetti

La più lunga passeggiata con mazza da golf in equilibrio





Le sezioni in cui i record sono oggi suddivisi sono le più disparate. Accanto alle rubriche più tradizionali, come quella sportiva (lo sapevate che Paolo Maldini è il calciatore più vecchio ad aver segnato un gol in una finale di Champions League?) e quella delle esplorazioni (Jonathan Silverman raggiunse il Polo Sud il 10 gennaio 2002: aveva solo 11 anni e aveva già visitato il Polo Nord), ne troviamo altre decisamente più particolari.

Campioni del piffero
Nello spazio riservato ai campionati mondiali insoliti, scopriamo che si può gareggiare veramente in ogni disciplina. Alla Toe Wrestling World Championship, ad esempio, valorosi concorrenti si sfidano a piede di ferro, corrispettivo bizzarro del braccio di ferro, mentre in Finlandia ogni anno si tiene un torneo di chitarra immaginaria, suonata per finta. Il premio? Una chitarra vera.

Record di tutti i giorni
Certe competizioni sono delle parodie di ciò che avviene nella realtà quotidiana: avete problemi d’insonnia? Ad Hay, in Australia, nel 2002 si sono disputati i primi campionati mondiali di conta delle pecore: per rendere la prova ancora più difficile, centinaia di ovini sono stati fatti passare di corsa davanti allo sguardo concentrato dei concorrenti.
La campionessa di Hula Hoop,
l'australiana Kareena Oates,
si esibisce con oltre 70 cerchi
contemporaneamente.
E in barba agli uomini che, per presentarsi in ordine al lavoro, sono costretti a radersi tutte le mattine, nel 2005 a Berlino si sono radunati i partecipanti alla gara di scultura di barba e baffi: uno dei vincitori rappresentava con i suoi peli la porta di Brandeburgo.
In California si tiene invece un concorso di… bruttezza per cani: alcuni esemplari erano talmente inguardabili che hanno riportato numerose vittorie consecutive.
Siete particolarmente stressati? Provate a iscrivervi al torneo inglese di calci sugli stinchi, che oltre tutto vanta quasi quattro secoli di storia.
Se poi la vostra adorata consorte proprio non vuole saperne di andare a lavorare, potreste portarla a fare un viaggetto in Finlandia con voi per partecipare alla corsa con moglie a carico (nel senso di sulle spalle).

Avete mai pensato di appallottolare
tutti gli elastici che giacciono
sulla vostra scrivania?
Probabilmente no.
Steve Milton invece non ci ha pensato
due volte e ha messo insieme ben
2 tonnellate di gomma. E record fu.

Guinness casalingo
Per entrare negli annali dei guinness, tuttavia, non è indispensabile girare il mondo alla ricerca della vostra competizione ideale; potete diventare famosi anche senza spostarvi di un passo da casa vostra.
Stanchi di rifare il letto? Provate a sistemarlo in squadra: chi ci ha messo meno l’ha fatto in 14 secondi.
E se, mentre stendete il bucato, vi restano più di 22 mollette in mano, chiamate la Guinness World Record Society e ditegli di registrare anche il vostro nome.




L’Uomo Record



Ashrita Furman, statunitense, è l’uomo che finora ha raggiunto il più alto numero di primati ottenuti: ben 39, tra miglia più veloci percorse con un cartone di latte sulla testa o portando una persona, o la camminata più veloce di 8 km sui trampoli (solo 39 minuti e 56 secondi).
Il segreto del suo successo è la meditazione: Furman ha rivelato di seguire la filosofia di Sri Chimnoy, un santone indiano che predica che non c’è limite alla capacità dell’uomo di migliorare se stesso, spingendo il proprio corpo oltre ai limiti che sembra presentare.
Il campione rivela anche di non essere mai incorso in incidenti seri, anche se molti suoi conoscenti giurerebbero che, dopo il record di salti mortali, abbia perso qualche rotella…






Record stabilito coi piedi
Dovete cucinare, ma avete le mani occupate? C’è chi, come lo statunitense Rob Williams, è in grado di preparare in un minuto e 57 secondi un sandwich completo… con i piedi.
Se adesso vi è passata la fame, aprite il cassetto delle posate, e provate ad “appendere” dei cucchiaini sul vostro volto senza farli cadere: il record mondiale è di 15.

Focus da record
Se trascorrete la maggior parte del vostro tempo al lavoro, niente paura: esistono uffici, aziende e riviste che sono riusciti a stabilire o a organizzare primati divertenti.
Vi ricordate? Andrea Fantoni, abbonato a Focus, è diventato recordman per aver digitato un complicato sms di 160 caratteri in 1 minuto 23 secondi e 50 centesimi. Una piccola curiosità: era bendato!

Perché lo fate?
Ma cosa spinge molte persone a cimentarsi in imprese così particolari? Secondo Ashrita Furman, l’uomo che detiene il record dei record ottenuti (ben 39), solamente «la sfida di essere il migliore al mondo in qualcosa».

Ashirta Furman mentre fallisce
il tentativo di stabilire il record
delle casse di latte impilate.
La torre di 22 casse è crollata di
fronte alla Torre di Pisa. Ma
conoscendo Furman, ci riproverà.
Pare proprio che alla base delle iniziative dei concorrenti ci sia solo desiderio di essere ricordati dalla gente e , perché no, anche la voglia di divertirsi. La Guinness World Records, infatti, assicura che ai primatisti non viene dato alcun premio in denaro.
E cosa non si fa, per la gloria, scopritelo anche in un divertente test multimediale.

2 gennaio 2007
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

In viaggio con Dante Alighieri: per scoprire il “suo” Medioevo, seguirlo sulla via dell'esilio e capire i motivi che lo spinsero a scrivere la Divina Commedia, pietra miliare della lingua e della letteratura italiana. E ancora: i segreti di Madame Claude, la maitresse più famosa di Parigi che “inventò” le ragazze squillo; nella Napoli di Gioacchino Murat, il cognato coraggioso e spavaldo di Napoleone.

ABBONATI A 29,90€

Le nostre attività lasciano un’impronta sull’ambiente, ma dobbiamo vivere in un mondo più sostenibile. Come fare? Inoltre: Voyager 2, la navicella più longeva nella storia delle missioni spaziali; come funzionano i reparti di terapia intensiva dove si curano i malati della CoViD-19; cos'è davvero il letargo per gli animali.

ABBONATI A 29,90€

Sul nuovo numero di Focus Domande&Risposte tantissime domande e risposte curiose e inaspettate nel nome della scienza. Per esempio: è vero che la musica fa cambiare sapore al formaggio? E che mariti e mogli con il tempo si assomigliano? E che la solitudine cambia il nostro cervello?

ABBONATI A 29,90€
Follow us