Le locandine dei film da Oscar rivisitate in chiave grafica

L'86esima cerimonia di assegnazione degli Academy Awards è stata anche l'occasione per ridisegnare, con un pizzico di ironia, i poster dei film in nomination nelle varie categorie. Una selezione delle locandine più belle, realizzate dallo studio di design americano The Mill.

Da non perdere: le foto della Nasa che hanno ispirato Gravity
Che film è? Il cult in versione minimal

best_picture__gravity_v5_mebest_picture__wolfofwallstrbest_picture__12yearsaslavebest_picture__american_hustbest_picture__captain_phillbest_picture__nebraska_v5_mbest_picture__dallasbuyerscbest_picture__her_v5_mebest_picture__philomena_v5_costume_design__thegreatgatcostume_design__americanhusmakeup_hairstyling__dallasbmakeup_hairstyling__loneranscenografiaproduction_design__gravity_directing__gravity_v01original_song__frozen_me_v2original_song__despicablemeoriginal_song__mandela_me_vApprofondimenti
best_picture__gravity_v5_me

Gli abiti esibiti sul red carpet sono senza dubbio una delle cifre estetiche che caratterizza la Notte degli Oscar. Ma chi ha assistito alla cerimonia di consegna degli Academy Awards qualche giorno fa avrà forse notato anche un'altra "Grande Bellezza": le locandine dei film in lizza per i vari premi rivisitate di volta in volta, a seconda del tipo di nomination.

Autori di questi piccoli capolavori grafici sono, per il terzo anno di fila, i designer dello studio di Los Angeles The Mill: il loro lavoro ha voluto "catturare la storia e il concept di fondo" di ogni film. E a giudicare dai poster che vedrete - tutti mostrati a grande schermo nel corso della serata - sembrano esserci riusciti.

La prima carrellata di immagini, compresa quella che vedete, è stata confezionata per le nomination alla migliore fotografia (ha vinto proprio Gravity, il colossal diretto da Cuarón ).

best_picture__wolfofwallstr

best_picture__12yearsaslave

best_picture__american_hust

best_picture__captain_phill

best_picture__nebraska_v5_m

best_picture__dallasbuyersc

best_picture__her_v5_me

best_picture__philomena_v5_

costume_design__thegreatgat

Bozzetti da stilista per le locandine dei film in nomination per i Migliori Costumi. Il premio è stato assegnato a Il Grande Gatsby.

costume_design__americanhus

makeup_hairstyling__dallasb

Mucchi di ombretti e cipria nei poster per i film in nomination nella categoria: Miglior Trucco (ha vinto il truccatissimo Jared Leto in Dallas Buyers Club, nell'immagine).

Quadri d'autore realizzati sulle palpebre (guarda)
Vita, morte e reincarnazione attraverso il make up

makeup_hairstyling__loneran

scenografia

I dettagli architettonici spiccano nelle locandine dedicate alla Migliore Scenografia (qui l'immagine del film vincitore, Il Grande Gatsby).

production_design__gravity_

directing__gravity_v01

Lo studio ha realizzato anche le presentazioni dei film candidati all'Oscar per la Migliore Regia: qui quella del vincitore, il regista messicano Alfonso Cuarón che ha diretto Gravity.

Le foto della Nasa che hanno ispirato Gravity: guarda

original_song__frozen_me_v2

Fiumi di parole per le locandine per la Migliore Canzone Originale (nell'immagine la vincitrice: Let it go, in Frozen).

original_song__despicableme

original_song__mandela_me_v

Gli abiti esibiti sul red carpet sono senza dubbio una delle cifre estetiche che caratterizza la Notte degli Oscar. Ma chi ha assistito alla cerimonia di consegna degli Academy Awards qualche giorno fa avrà forse notato anche un'altra "Grande Bellezza": le locandine dei film in lizza per i vari premi rivisitate di volta in volta, a seconda del tipo di nomination.

Autori di questi piccoli capolavori grafici sono, per il terzo anno di fila, i designer dello studio di Los Angeles The Mill: il loro lavoro ha voluto "catturare la storia e il concept di fondo" di ogni film. E a giudicare dai poster che vedrete - tutti mostrati a grande schermo nel corso della serata - sembrano esserci riusciti.

La prima carrellata di immagini, compresa quella che vedete, è stata confezionata per le nomination alla migliore fotografia (ha vinto proprio Gravity, il colossal diretto da Cuarón ).