Curiosità

Oh là là! L'antenato del Bordeaux viene dall'Italia

Finalmente abbiamo le prove per pavoneggiarci con gli amici francesi: una ricerca archeologica dimostra che il vino fu importato in Francia dalla nostra penisola.

Cari francesi, finalmente abbiamo le prove che sul vino abbiamo fatto scuola: avete imparato a produrlo dai nostri antenati, circa 2500 anni fa. Lo dimostra una ricerca condotta dall'archeologo Patrick McGovern dell'Università della Pennsylvania, che ha dedicato gran parte della sua carriera allo studio delle origini della viticoltura.

[Sai che a causa del riscaldamento globale il vino potrebbe scomparire?]

500 a.C, un'annata d'oro

McGovern ha analizzato alcune anfore etrusche ritrovate a Lattes, città portuaria adiacente a Montpellier e anticamente conosciuta con il nome di Lattara, dove gli Etruschi provenienti dall'Italia commerciavano con i Galli. Queste anfore risalgono al 500 a.C. circa e lo studio molecolare ha dimostrato che contenevano vino della stessa epoca. L'archeologo ha sottoposto ad analisi molecolare un altro reperto di calcare, probabilmente un'antica pressa, rinvenuto nella stessa zona e risalente al 400 a.C. circa, sul quale ha riscontrato le più antiche tracce di componenti chimici di vino locale mai ritrovate in Francia.

Una scoperta... già in cantina
Ebbene, tutto questo dimostra che i Galli importavano vino dagli Etruschi e, soltanto un centinaio di anni dopo, cominciarono a piantare la vite per produrne a loro volta. L'ipotesi non era nuova, ma McGovern spiega che «per la prima volta abbiamo informazioni chimiche, archeologiche e botaniche che insieme contribuiscono a raccontare una storia coerente».

In attesa di avere qualche notizia in più su pane e formaggi, amici francesi, ci gongoliamo un po' e brindiamo a questa scoperta con un bel bicchiere di vino, italiano o francese, poco importa. Santé!

9 giugno 2013 Sara Zapponi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us