Curiosità

Offese olimpioniche? Vinci un'espulsione dai giochi

Vinci un'espulsione dai giochi.

di
Non è il primo ma speriamo sia l’ultimo: un altro atleta rischia l’espulsione dai Giochi Olimpici a causa di un commento razzista pubblicato sul suo profilo Twitter. Un comportamento del genere non ha scuse!

"Le Olimpiadi dovrebbero essere un luogo in cui andar oltre i pregiudizi"

140 caratteri di troppo

Vuoi sapere cosa ha scritto? - Il tweet inn italiano suona tipo “Io questi coreani me li f**** tutti, si dessero fuoco, ahahahah branco di ritardati”. Fa rabbrividire anche solo riportarlo! Gian Gilli, il suo allenatore, afferma con chiarezza che Morganella non prenderà parte alla partita in programma oggi (mercoledì) contro il Messico. Anche lui concorda sul fatto che le parole dell’atleta sono state troppo pesanti per far finta di niente.

Il medagliere delle offese - Questo, purtroppo, non è il primo caso di razzismo di queste Olimpiadi. La prima era stata la triplista greca Voula Papachristou, esclusa direttamente dal Comitato organizzativo per alcune offese nei confronti degli africani. La saltatrice si è poi scusata, ma ormai il danno era fatto. Un terzo caso è ancora in fase di valutazione: la judoka brasiliana Rafaela Silva, sempre su Twitter, ha risposto con toni offensivi (non razzisti) contro alcuni commenti. La penitenza, in questo caso, non sarà così grave per lei visto che ormai è già stata eliminata dall’avversaria.

Al peggio non c’è mai fine - Che nel 2012 ci sia ancora il razzismo purtroppo non stupisce. Probabilmente anche il fatto che ci siano personaggi come Morganella non ti sorprende più di tanto. Il che, se permetti, è un po’ triste. Soprattutto in ambienti in cui la multietnicità è un elemento fondamentale. Forse questi atleti non hanno vinto nelle rispettive discipline, ma una medaglia per la peggior condotta se la meritano di sicuro! (sp)

Giochi Olimpici: medaglie, statistiche, record e curiosità

1 agosto 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us