Nozze da pazzi

Contrariamente al loro aspetto trasgressivo, i due sposi della foto hanno coronato il loro sogno d'amore proprio nel giorno più classico, quello degli innamorati, San Valentino (vedi foto del giorno precedente).
La sposa, Kanjana Ketkaew, mostra beata la sua scollatura adornata di scorpioni: è lei a detenere il record mondiale di permanenza in una gabbia di plastica con 3.400 scorpioni, resistendo ben 32 giorni. Lo sposo, Bunthawee Sengwong, dal canto suo, ha vissuto per 29 giorni in una gabbia… con mille centopiedi (anche per lui prestazione da record mondiale). A uno di questi insetti è rimasto evidentemente così affezionato da invitarlo alla sua cerimonia di nozze (e succhiargli il corpo). De gustibus...

Quale miglior scenario che le rovine del castello di Cleopatra per coronare un sogno d’amore? Devono averlo pensato questa coppia di subacquei professionisti egiziani.
Peccato che questi resti siano sommersi nelle acque di fronte al porto di Alessandria, nel Mediterraneo. Da qui (e dalla passione condivisa dei due) la decisione di pronunciare il fatidico sì tra una bolla di ossigeno e l’altra… sott’acqua.
Altri bizzarri modi per convolare a nozze, nella fotogallery “Viva gli sposi”.

Siamo in India e probabilmente questa è la mano di una sposa. Durante la cerimonia nuziale infatti, le donne indiane si fanno dipingere le mani e i piedi con l’hennè rosso (Lawsonia inermis).
La preparazione del tatuaggio, che coinvolge tutte le donne della famiglia, è molto lunga. Le donne mischiano le foglie di hennè essiccate con vari ingredienti: tè, caffé, succo di limone, oli essenziali. Poi fanno riposare per diverse ore l’impasto e in seguito lo applicano sulla pelle. In Medioriente con siringhe o bastonicini di legno mentre in India si usano degli appositi coni di plastica.
L’hennè oltre a colorare ha anche delle proprietà rinfrescanti. E si pensa che originariamente queste popolazioni abbiano usato i tatuaggi temporanei o mehndi, per abbassare la temperatura in alcune parti del corpo, soprattutto nelle zone desertiche e molto calde.
Per conoscere altre curiose tradizioni nuzionali, visita la fotogallery Viva gli sposi.

Marito cercasi: in buona salute, meglio se non fumatore o alcolizzato, massimo 45 anni, dotato di senso dell'umorismo, un professionista che non dimentichi di essere affettuoso, libero e indoeuropeo. Helen Zho, "bella e intelligente" (sempre a detta dell'annuncio) signora di Shanghai ha compilato così il suo annuncio matrimoniale, scegliendo però un mezzo del tutto inusuale, un cartellone pubblicitario dalle grandi dimensioni, fatto installare a Sidney. Il cartellone, esposto in bella mostra di fronte ad un affollato multisala, è costato alla donna 2.500 euro e meriterebbe un posto in prima fila nella nostra fotogallery di "Cartelloni pazzi". Astenersi perditempo...

Nella fotogallery dedicata alla bellezza si è visto come i canoni cambino nello spazio e nel tempo e come sia difficile definire all'unanimità ciò che è bello. I guerrieri dell'etnia Duna (Nuova Guinea) si addobbano per i loro rituali con vistosi disegni d'argilla, piume d'uccello e piercing d'osso. In queste civiltà non è la donna ad agghindarsi per attirare l'attenzione del maschio. La tradizione vuole che in occasione del matrimonio scelgano infatti il colore nero per le loro vesti e per il lutto si ricoprano il viso con strati di argilla grigio blu.

C'è chi si sposa davanti a un sacerdote (che dovrebbe fare le veci di Dio). C'è chi preferisce esprimere le promesse nuziali davanti all'assessore al traffico (in sostituzione del sindaco). E chi dà un tocco di originalità al proprio matrimonio celebrandolo davanti a una coppia di beluga bianchi che nuota incuriosita in una grossa vasca dell'acquario di Yokohama (Giappone). La cerimonia - chiamata Matrimonio delfinico - costa circa 2400 euro, dura soltanto 15 minuti e permette di invitare un ristretto numero di parenti e amici: 60 persone in tutto.
Ma non stupitevi troppo, l'usanza del matrimonio è presente in tutte le società, anche le più primitive, con riti e cerimonie affascinanti e curiosi.

Sposarsi è spesso un affare impegnativo, come vi abbiamo mostrato in una fotogallery dedicata ai fiori d'arancio: a Las Vegas, la patria americana del matrimonio, si celebrano 8400 nozze al mese, vale a dire 280 al giorno ovvero uno sposalizio ogni 5 minuti e 17 secondi.
Per accelerare ulteriormente le procedure gli americani si sono ora inventati la cerimonia nuziale "drive-trhu": senza scendere dalla macchina, si può contrarre matrimonio direttamente attraverso uno sportello. La Love Wedding Chapel che si è dotata di questo "servizio extra" celebra 1200-1500 funzioni al mese.

Nella città di Ribnovo, in Bulgaria, ci si sposa solo d’inverno. I matrimoni dell’etnia Pomak sono celebrati infatti esclusivamente tra novembre e febbraio, nel corso di un rituale che si trascina per due giorni. Alla vigilia dello sposalizio, i futuri sposi sono salutati da una festante processione di ragazzini che illuminano le via della città con le loro torce.
Il giorno seguente, marito e moglie conducono una danza tradizionale, l’horo, a cui partecipano tutte le famiglie del paese. Prima della cerimonia vera e propria, la promessa sposa viene truccata con una crema bianca e lustrini colorati (secondo un rito chiamato ghelina, circondata dalla sua famiglia. Fuori, il paese in festa attende la donna, appoggiando i propri doni di nozze accanto alla dote che viene lasciata in mostra davanti a casa.
Le bizzarrie dei fiori d'arancio nel mondo, nella nostra fotogallery.

Le donne della comunità Newar (che popola la Valle di Kathmandu, Nepal) si sposano tre volte, ma solo la terza con un uomo in carne e ossa. I primi due matrimoni, che vengono celebrati quando le spose sono ancora piccole, tra i 4 e gli 8 anni, le uniscono a due compagni divini e immortali: il Sole e l’Albero di Bel. Una pianta molto simile al nostro arancio, venerata come la prescelta della dea Shiva e ritenuta preziosa per le sue proprietà cosmetiche e medicinali.
La cerimonia si chiama bel bibaha: le sposine, vestite di rosso e con i piedi dipinti dello stesso colore, vengono portate in processione attorno al tempio dai padri, al suono della cantilena dei mantra sacri.
Altre curiosità sui matrimoni nel mondo nella nostra fotogallery.

Certo non è raffinato per una sposa avventarsi così sulla torta nuziale. Ma questo non è un vero matrimonio. È una gara che si chiama “Bridezilla”: il termine scherzoso con cui negli Usa si indica di solito la sposa che prepara il matrimonio con precisione maniacale, trasformandosi in un incubo per invitati, parenti e damigelle ("bride", infatti, vuol dire "sposa" e "zilla" è il diminuitivo di Godzilla). Si svolge a New York in Time Square e quest'anno è stata vinta da una 24enne che si è divorata i tre piani di torta in due minuti. Poi ancora sporca di panna è tornata a casa con il premio: 25.000 dollari (circa 18.000 euro). Da leccarsi le dita!

Complice il caldo torrido, questa coppia di sposi ha deciso promettersi eterno amore nella vasca di un acquario a Las Vegas (Nevada). Certo, trucco e acconciatura della sposa ne avranno un po’ risentito, ma per questi due innamorati il giorno delle nozze rimarrà un ricordo indimenticabile. Di sicuro non potranno scordarselo gli invitati, che non si sa se hanno assistito alla cerimonia all’asciutto. Ma gli sposi palombari non sono gli unici ad aver optato per un matrimonio bizzarro: nel 2005 due statunitensi, devoti della Wicca - un movimento spirituale che si ispira al neopaganesimo e ai riti esoterici medievali - si sono detti sì in un cimitero (considerato dai wiccani un luogo di rinascita).
Sei invitato a nozze in giro per il mondo...

Quando si dice la deformazione professionale. Questi due sposi cinesi, adetti alle pulizie delle vetrate esterne di questo palazzo, hanno deciso di celebrare il loro matrimonio sospesi per aria. Seduti su un tavolaccio di legno legato con delle corde non hanno sicuramente sofferto di vertigini, tanto che lo sposo pare che abbia dichiarato “Il nostro matrimonio è romantico ma anche uguale alla vita di tutti giorni”.
Se vuoi vedere un altro bizzarro matrimonio guarda anche quello subacqueo. Per vedere come si celebrano i matrimoni in diverse parti del mondo, guarda la nostra fotogallery Viva gli sposi.
E c’è anche chi ama mangiare sospeso!

Nel mondo lo si fa in tanti modi. C'è chi si sposa con il partner scelto dalla famiglia, come accade della società Swahili, e chi si sceglie il marito a una specie di concorso di bellezza, come avviene in Niger. Queste e altre curiosità sul matrimonio sono raccolte nella fotogallery "Viva gli sposi". Oltre centinaia sono state le coppie che si sono sposate nei giorni scorsi in Cina, nella provincia di Zhejiang, con un imponente rito collettivo.
Cerimonia entrata nel Guinness dei Primati è stata invece quella che si è svolta nel giorno di San Valentino del 2001 in Tailandia dove sono state unite in matrimonio contemporaneamente 34 coppie. Particolarità dell'evento: il tutto si è svolto a 10 metri sotto il mare.

"Adesso lo sposo può baciare la sposa... sempre se ci riesce!". Questo è infatti il primo matrimonio a gravità zero celebrato qualche tempo fa in Florida.
La cerimonia si è svolta su di un Boeing 727 della Zero Gravity Corporation, che ha effettuato 16 manovre paraboliche in un'ora e mezzo di volo, simulando l’effetto assenza di gravità. Scambiarsi fedi con incastonati preziosi frammenti di meteoriti a testa in giù era il sogno di questi newyorkesi appassionati di astronomia, che hanno speso 11 mila euro - tutto compreso - per realizzarlo.
Guarda anche i matrimoni più pazzi del mondo
E non perderti le più belle foto con le ali

[E. I.]

Se vi sembra un parchimetro state prendendo un abbaglio. Quello che vedete è un distributore automatico di (finti) certificati di matrimonio. Un modo rapido e informale di giurarsi eterno amore senza lunghi preparativi, senza dispendio economico e anche senza celebrante. Il dispositivo, chiamato AutoWed e ideato da una compagnia di Falmouth, Cornovaglia, accenna a una rapida marcia nuziale, quindi chiede di specificare l'orientamento sessuale dei due sposini (etero, gay o migliori amici per sempre), per formulare la fatidica domanda. Ogni membro della coppia può premere un pulsante per accettare o uno per scappare e abbandonare l'amato/a alla macchinetta. Due anelli di plastica erogati al momento giusto suggellano il patto, e un certificato viene erogato alla modica cifra di una sterlina (1 euro e 13 centesimi circa). Il tutto, ovviamente, non ha valore legale. Almeno per ora...
Altre nozze da pazzi (guarda)

Contrariamente al loro aspetto trasgressivo, i due sposi della foto hanno coronato il loro sogno d'amore proprio nel giorno più classico, quello degli innamorati, San Valentino (vedi foto del giorno precedente).
La sposa, Kanjana Ketkaew, mostra beata la sua scollatura adornata di scorpioni: è lei a detenere il record mondiale di permanenza in una gabbia di plastica con 3.400 scorpioni, resistendo ben 32 giorni. Lo sposo, Bunthawee Sengwong, dal canto suo, ha vissuto per 29 giorni in una gabbia… con mille centopiedi (anche per lui prestazione da record mondiale). A uno di questi insetti è rimasto evidentemente così affezionato da invitarlo alla sua cerimonia di nozze (e succhiargli il corpo). De gustibus...