Cultura

Musica gratis, Spotify e il futuro del mercato

Come sono spesi i soldi? Chi ci guadagna?

di
Sai qual è il più grosso problema del mercato della musica di oggi? La quantità, positiva o negativa che sia: più artisti, più musica, più modi per scaricarla (anche gratis), ma meno soldi.

"Quasiasi servizio per la musica dovrà sempre competere con quella gratis"
E io pago! - Ottenere le ultime uscite dei tuoi artisti preferiti pagando poco o niente ormai è piuttosto facile. Lo era già ai tempi del nastro, figurati ora con il digitale. Ma il mercato come sta? Da un lato i musicisti guadagnano sempre meno, dall’altro chi si offre di fare da tramite tra te e l’artista non ha abbastanza iscritti, ma paga ugualmente i diritti d’autore, e si ritrova a cercare sempre più modi per far pagare di più l'appassionato di musica.

Un giro di soldi che non gira - Prendi una delle realtà più attive del momento, Spotify. Spesso (e volentieri?) è stata accusata di essere sempre sull’orlo della crisi, e il motivo è semplice: più tu scarichi o ascolti, più lei dovrà pagare i diritti agli artisti (o meglio le etichette e case discografiche che poi li pagano). Calcola che, però, su quindici milioni di iscritti al servizio online, solo quattro milioni hanno deciso di passare a un account a pagamento. È ovvio che i restanti preferiscano scaricare altrove i file non disponibili gratuitamente.

A conti fatti - Le uniche che possono ancora trarre vantaggio da questa situazione sono le case discografiche visto che gli artisti, comunque, producono anche se vendono meno, e i servizi come Spotify - fra cui anche Pandora o i predecessori come MySpace, che ora è altrettanto in cattive acque - le pagheranno sempre.

Orizzonti poco nitidi - Ovvio che la soluzione migliore sia che tutti si rimettessero a pagare, ma non è facile. Forse la musica è troppo alla portata di tutti per essere a pagamento. Ma è anche troppo costosa per essere gratuita. Per fortuna il mercato musicale non morirà mai, grazie anche a concerti e altri prodotti, ma sarebbe davvero triste se gli artisti non fossero più pagati per ciò che fanno. (sp)

Le celebrità e i loro sosia animali

23 settembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

In viaggio con Dante Alighieri: per scoprire il “suo” Medioevo, seguirlo sulla via dell'esilio e capire i motivi che lo spinsero a scrivere la Divina Commedia, pietra miliare della lingua e della letteratura italiana. E ancora: i segreti di Madame Claude, la maitresse più famosa di Parigi che “inventò” le ragazze squillo; nella Napoli di Gioacchino Murat, il cognato coraggioso e spavaldo di Napoleone.

ABBONATI A 29,90€

Le nostre attività lasciano un’impronta sull’ambiente, ma dobbiamo vivere in un mondo più sostenibile. Come fare? Inoltre: Voyager 2, la navicella più longeva nella storia delle missioni spaziali; come funzionano i reparti di terapia intensiva dove si curano i malati della CoViD-19; cos'è davvero il letargo per gli animali.

ABBONATI A 29,90€

Sul nuovo numero di Focus Domande&Risposte tantissime domande e risposte curiose e inaspettate nel nome della scienza. Per esempio: è vero che la musica fa cambiare sapore al formaggio? E che mariti e mogli con il tempo si assomigliano? E che la solitudine cambia il nostro cervello?

ABBONATI A 29,90€
Follow us