L'ideale della bellezza femminile nella Storia

Buzzfeed ha realizzato un video (da cui sono state tratte queste foto) che mostra come è cambiata l'idea della bellezza femminile negli ultimi 3mila anni: dal corpo asciutto dell'antico Egitto a quello morbido apprezzato nel Rinascimento italiano fino a oggi. Il filmato prova che la bellezza è un concetto relativo, legato alla società e all'epoca in cui si vive. Il video è visibile nell'ultima didascalia.

women-ideal-body-type-history-video-21women-ideal-body-type-history-video-1women-ideal-body-type-history-video-12women-ideal-body-type-history-video-13women-ideal-body-type-history-video-14women-ideal-body-type-history-video-15women-ideal-body-type-history-video-20women-ideal-body-type-history-video-16women-ideal-body-type-history-video-17women-ideal-body-type-history-video-8women-ideal-body-type-history-video-19women-ideal-body-type-history-video-11landscape_nrm_1422553268-body-imageApprofondimenti
women-ideal-body-type-history-video-21

Buzzfeed ha provato a esplorare com'è cambiato nel corso della storia il concetto di bellezza delle forme femminili. Lo ha fatto con un video in cui le modelle sono tutte vestite con un costume bianco. In questo modo non siamo distratti da vestiti, gioielli, acconciature e altri potenziali elementi storici. Il video è più avanti, nelle foto che seguono i vari ideali di bellezza nella storia con le spiegazioni in italiano (e qualche informazione in più).

women-ideal-body-type-history-video-1

Antico Egitto (c. 1292-1069 aC) - Corpo esile, spalle strette, vita alta e volto simmetrico.

women-ideal-body-type-history-video-12

Antica Grecia (c. 500-300 aC) - Corpo paffuto e pienotto, pelle chiara. Le donne erano considerate versioni "sfigurate" degli uomini.
«Nel mondo antico essere magro significava essere malato» chiarisce Donatella Lippi, docente di Storia della medicina all’Università di Firenze. «L’obesità era al contrario un segno distintivo di ricchezza e benessere». A essere emaciati erano i vecchi, gli ubriachi, i curvi e i calvi. E se nella pittura murale greca e romana l’invidia (personificata dalla dea Phthonos) veniva ritratta spesso come una vecchia magra.

women-ideal-body-type-history-video-13

Dinastia Han (c. 206 aC-220 dC) - Vita sottile, pelle pallida, occhi grandi e piedi piccoli.

women-ideal-body-type-history-video-14

Rinascimento italiano (c. 1400-1700) - I producer di Buzzfeed sono un po' generosi con le date (il rinascimento italiano non dura così tanto, ma non sottilizziamo). L'ideale di donna ha seno ampio, pancia arrotondata, fianchi larghi e pelle chiara.
Dopo il medioevo, in cui era esaltato il modello magro-ascetico, con il rinascimento torna in auge un modello più grasso, simbolo di ricchezza.

women-ideal-body-type-history-video-15

Inghilterra vittoriana (c. 1837-1901) - Corpo paffuto, sodo, pienotto (ma non grasso) e voluttuoso. Vita segnata (le donne indossavano i corsetti per ottenere la forma del corpo ideale).

women-ideal-body-type-history-video-20

Ruggenti anni '20 (c. 1920) - Seno piatto, vita minuscola, taglio dei capelli corto e figura mascolina.
A fine ’800, dopo anni di rigida morale vittoriana e dopo le profonde trasformazioni della famiglia borghese, anche l’ideale femminino cambiò. Dalle forme opulente legate alle necessità “riproduttive” e dal modello di donna “a clessidra” con vita sottile e busto ben piantato, si passò al corpo snello, privo di riferimenti alla maternità: da paffuti angeli del focolare si passò a corpi più snelli.

women-ideal-body-type-history-video-16

L'epoca d'oro di Hollywood (c. 1930 - 1950) - Figura a clessidra, formosa (curvy) con grandi seni e vita sottile.

women-ideal-body-type-history-video-17

I "dondolanti" anni '60 (c. 1960) - Corpo da adolescente, snello, slanciato e sottile, con gambe lunghe e magre.
Va però detto che - dal punto di vista storico - a imporre la moda della magrezza fu molti anni prima Elisabetta d’Austria (1837-1898), meglio nota come principessa Sissi. Le cronache dell’epoca la descrivono bella e irrequieta, capelli castani folti e lunghissimi, che sciolti arrivavano quasi alle caviglie. Per conservare il suo vitino da vespa la ribelle Sissi aveva una sua dieta personale (per esempio, beveva misture di albume d’uovo e sale), praticava numerosi sport (soprattutto estenuanti cavalcate) e costringeva le dame di compagnia a seguirla in interminabili passeggiate quotidiane. Un’ossessione per la magrezza che la fa considerare la capostipite delle moderne anoressiche, precedendo di anni l’attrice Greta Garbo e l’androgina Twiggy, top model anoressica degli anni '60.

women-ideal-body-type-history-video-8

L'epoca delle supermodelle (c. 1980) - Fisico atletico, sottile ma formoso, con braccia toniche. L'altezza diventa un importante aspetto della bellezza.

women-ideal-body-type-history-video-19

Tossica, ma chic (c. 1990) - Figura e bellezza androgina, slavata. Corpo estremamente sottile, pelle traslucida.

women-ideal-body-type-history-video-11

Bellezza postmoderna (c. 2000 - oggi) - Pancia piatta, magrezza "sana", seno e sedere grandi e sodi. È di moda il “thigh gap”, in francese “espace entre les cuisses”. In italiano potrebbe diventare “spazio o varco tra le cosce”. Molte donne ricorrono regolarmente alla chirurgia plastica.

landscape_nrm_1422553268-body-image

Ecco il video originale.

Buzzfeed ha provato a esplorare com'è cambiato nel corso della storia il concetto di bellezza delle forme femminili. Lo ha fatto con un video in cui le modelle sono tutte vestite con un costume bianco. In questo modo non siamo distratti da vestiti, gioielli, acconciature e altri potenziali elementi storici. Il video è più avanti, nelle foto che seguono i vari ideali di bellezza nella storia con le spiegazioni in italiano (e qualche informazione in più).