Le tratte ferroviarie più spettacolari del mondo

Attraversano deserti, foreste, ghiacciai. Sfrecciano su ponti a precipizio, in tunnel interminabili, tra alberi in fiore. Un viaggio virtuale e in prima classe sulle ferrovie più antiche, scenografiche e affascinanti del pianeta. Per viaggiare veloci o con piacevole lentezza.

con_h_6.19310153corbis_42-57697694corbis_outbackcorbis_42-43002968madagascar_alamycorbis_42-38091111con_h_21.lon6244alamy_cubaalamy_japancolomboecuadormontenegro_alamyApprofondimenti
con_h_6.19310153

Ferrovia del Bernina, Italia-Svizzera. Tra Tirano (Italia) e St. Moritz (Svizzera) corre il celebre Trenino Rosso, su un tracciato costruito all'inizio del 1900 a scopo turistico. Con un'altitudine massima di 2.253 metri, la linea è anche una delle più ripide al mondo: arriva infatti al 7% di pendenza. Dal 2008 è stata inserita nei Patrimoni dell'Umanità dall'Unesco, per la sua ardita architettura, per l'abile gestione delle rotaie a scartamento ridotto (ossia separate da uno spazio inferiore rispetto alla norma) e per il modo in cui sa fondersi con gli impervi paesaggi d'alta montagna che attraversa.

corbis_42-57697694

Nizza-Digne, Francia. Tre ore di corse mozzafiato tra le alture della Provenza per questa tratta, che si snoda per 151 km attraverso 16 viadotti, 15 ponti metallici e 27 tunnel, uno dei quali lungo 3,5 km. Il celebre convoglio è noto in tutto il mondo come "Treno delle Pigne", ufficialmente perché passa attraverso molte pinete. Ma la leggenda vuole che durante la Seconda Guerra Mondiale, una penuria di carbone spinse i macchinisti a usare le pigne sparse lungo il percorso come combustibile.

corbis_outback

Spirito dell'Outback, Australia. Questo treno bisettimanale e moderno (è stato inaugurato nel 1993) permette di ammirare da un comodo scompartimento con aria condizionata le torride meraviglie dell'Outback australiano, che attraversa per oltre 1300 km. Viaggia da Brisbane a Longreach, passando per Rockhampton e attraversando una serie di cittadine storiche, in un'avventura che dura circa 24 ore.

corbis_42-43002968

Jasper-Prince Rupert, Canada. Il treno della VIA Rail Canada dotato di speciali scompartimenti per turisti, con finestre più grandi per viste mozzafiato, attraversa il Parco Naturale di Jasper, un Patrimonio dell'Unesco nel cuore delle Montagne Rocciose canadesi. Laghi, cascate, ghiacciai, grizzly e alci sono solo alcune delle meraviglie che possono presentarsi ai passeggeri.

madagascar_alamy

Fianarantsoa-Manakara, Madagascar. Ci spostiamo a latitudini tropicali per una linea adatta ai turisti più avventurosi e appassionati di treni. La ferrovia che attraversa la parte sudorientale del Madagascar risale al 1920 circa, ma si dice che alcuni vagoni del convoglio siano addirittura del 1890. Senz'altro è un modo avventuroso di esplorare una parte dell'isola, avvolta in una lussureggiante vegetazione. Non bisogna avere fretta, però: il treno-lumaca impiega circa 12 ore per percorrere 160 km.

corbis_42-38091111

Ferrovia del Semmering, Austria. Costruita tra il 1848 e il 1854, è considerata la prima ferrovia di montagna d'Europa, e collega le città di Gloggnitz e Mürzzuschlag. Protetta dall'Unesco dal 1998, la ferrovia che comprende un centinaio di ponti è considerata un perfetto esempio di architettura del paesaggio, perché si instaura in modo armonico tra le vallate montane che attraversa e permise per la prima volta la loro conoscenza anche ai non locali.

con_h_21.lon6244

Salta-Socoma, Argentina-Cile. Originariamente costruito per il trasporto di zolfo, sale e calcare dai siti minerari della regione, ora che la maggior parte delle miniere è caduta in disuso è utilizzato tra trekker e turisti per osservare questa parte incantevole del deserto di Alto Plano, tra il nordovest dell'Argentina e il Cile centrale.

alamy_cuba

Curitiba-Paranaguá, Brasile. La ferrovia costruita attorno al 1880 attraversa le montagne della Serra do Mar, un sistema montuoso del sudest del Brasile. Il tracciato tortuoso costituisce un sorprendente capolavoro ingegneristico, che costò la vita a metà degli operai che vi lavorarono. I 100 km del suo tracciato si snodano attraverso macchie di foresta verdissima e nuvole basse.

alamy_japan

Yatsushiro-Hayato. Giappone. Nella patria dei treni ad alta velocità, questa linea che attraversa l'isola di Kyushu, sede di uno dei più grandi vulcani del mondo, è ancora un modo per godere della pace e della bellezza del paesaggio circostante. La tratta passa vicino al tracciato argenteo del fiume Kumagawa, e di fronte alle montagne Kirishima, dove si trova il dormiente vulcano Sakurajima. Uno spettacolo ancora più poetico nella stagione dei ciliegi in fiore. Vedi anche i luoghi migliori per celebrare la primavera

colombo

Colombo-Kandy, Sri Lanka. Il viaggio può essere affrontato su diversi treni, per ogni tasca e tipologia, ma è la tratta ad essere indimenticabile. Il percorso che collega la capitale dello Sri Lanka alla sua seconda più grande città, attraversa porzioni di giungla, piantagioni di tè e campi di riso, fino a raggiungere il cuore del paese a 500 m sul livello del mare.

ecuador

Treno della Libertà, Ecuador. Collega le città di Otavalo, Ibarra e Salinas nel nord del paese, e offre ai passeggeri un modo rilassante e originale per godere degli scenari naturali incantevoli che circondano la tratta (che include alcuni ponti da pelle d'oca!). Anche lo stesso treno è un capolavoro storico, con vecchie carrozze di legno guidate da una locomotiva argentata con motore a diesel, decorata con i colori della bandiera del Paese.

montenegro_alamy

Belgrado-Bar, Serbia-Montenegro. Noto agli appassionati di treni, un po' meno ai comuni viaggiatori, è questo percorso di 476 km tra la capitale serba e il porto montenegrino di Bar, che comprende 250 tunnel, 400 ponti e alcuni viadotti da brividi: quello di Mala Rijeka, lungo circa 1 km, è alto 200 metri.

Ferrovia del Bernina, Italia-Svizzera. Tra Tirano (Italia) e St. Moritz (Svizzera) corre il celebre Trenino Rosso, su un tracciato costruito all'inizio del 1900 a scopo turistico. Con un'altitudine massima di 2.253 metri, la linea è anche una delle più ripide al mondo: arriva infatti al 7% di pendenza. Dal 2008 è stata inserita nei Patrimoni dell'Umanità dall'Unesco, per la sua ardita architettura, per l'abile gestione delle rotaie a scartamento ridotto (ossia separate da uno spazio inferiore rispetto alla norma) e per il modo in cui sa fondersi con gli impervi paesaggi d'alta montagna che attraversa.