Focus

Foglie gialle giù: le più belle foto d'autunno

Caldo, sole, mare...e un'estate che sembra non voler mai finire. Ma in realtà l'autunno è iniziato già da due settimane. In questa fotogallery Focus.it vi ricorda come dovrebbero essere... le mezze stagioni. Se ci fossero ancora.

Se quello astronomico è cominciato qualche giorno fa, in India l'autunno si festeggia a partire da oggi. Per nove giorni e nove notti, in ogni regione con riti differenti e complessi, si celebrerà il Navaratri, la festa induista del raccolto dedicata alla divinità femminile creatrice Durga. È questo un periodo di rinnovamento interiore ed esteriore in cui il bene trionfa sul male, un'occasione per digiunare e offrire doni alla dea ma anche per rinnovare guardaroba e gioielli. Preghiere e festeggiamenti culminano nel decimo giorno con la festività di Dusserha (nella foto, una devota), in cui si celebra la vittoria del sovrano divino Rama contro il demoniaco Ravana, rapitore di sua moglie. Fantocci del malvagio sconfitto sono bruciati in tutte le strade, a simboleggiare la volontà di lasciarsi il male alle spalle.
Mille curiosità sulle religioni di tutto il mondo in un nuovissimo slideshow

[E. I.]

L’autunno è iniziato e questo scoiattolo (fam. Sciuridae) previdente sta già mettendo da parte il cibo per i mesi freddi. Un’occhiata intorno per accertarsi di non essere osservato da qualche ladruncolo e via con gli scavi per seppellire le scorte: semi e nocciole.
Ma come farà poi a ritrovarle? Questi animali hanno un olfatto prodigioso, grazie al quale riescono a trovare il cibo a distanza. Alcune specie come scoiattolo rosso (Tamiasciurus hudsonicus) riescono a individuarlo fino a 30 centimetri di profondità e sotto 4 metri di neve.

Sai come fanno gli scoiattoli a difendersi dai ladri di nocciole?
Guarda anche lo scoiattolo che fa sci d'acqua

[E. I.]

L’autunno è buio e nebbioso un po’ dappertutto… ma non a Berlino! A ottobre infatti ogni angolo della capitale tedesca si “accende” in occasione del Festival delle Luci.
Neon colorati decorano le facciate dei palazzi, che diventano un po' psichedelici.
Impossibile per chi si trova qui non scattare qualche foto. Questa ritrae la Porta di Brandeburgo in un’insolita veste technicolor. L'effetto deformante è dato da una speciale lente, che si chiama fish-eye, occhio di pesce. Capace di trasformare la Berlino by night in luminoso cerchio di luce.

Il festival della luce di Lione
Foto incredibili realizzate con le tecniche più strane (guarda)


[E. I.]

È autunno e si spogliano gli alberi? Sì, ma questa che sembra una foglia è in realtà micrografia a luce fosforescente di una sezione di cervelletto.
Quest’organo del sistema nervoso centrale è ricoperto da uno strato sottile di materia grigia, la corteccia cerebellare. A sua volta questo strato è composto di tre livelli: il più esterno comprende uno strato molecolare (in verde nell’immagine) e uno granulare, detto anche strato delle cellule del Purkinje (in blu). Questo è costituito da voluminosi neuroni disposti in un’unica fila, un po’ discosti l’uno dall’altro e localizzati sul margine esterno dello strato dei granuli. Poi nello strato molecolare si diramano i dendriti, ovvero le regioni periferiche dei neuroni con cui si collegano a quelli adiacenti.

Il peggior nemico degli agricoltori è questa larva di falena notturna che attacca diversi tipi di colture nei primi stadi di vita. La Helicoverpa Zea vive e si nutre nei campi di mais in estate e in quelli di cotone in autunno, senza disdegnare neppure le piante di pomodoro (come si vede nella foto).
Anche se i contadini cercano di disfarsene, anche questi bruchi fanno parte di una catena alimentare del tutto naturale: dopo aver attaccato e mangiato il pomodoro infatti, il bruco può venire catturato da una mantide religiosa, la cui vita può essere spezzata dall’arrivo di una rana affamata. Un airone può cibarsi della rana e poi essere cacciato da una volpe.
Il super predatore che può spezzare la catena alimentare è l’uomo, che però a un certo punto – dopo la morte – può diventare esso stesso preda delle creature più piccole che lo degradano.

Esplode la gioia dei contradaioli che ricevono il Palio e lo portano in porcessione fino alla chieda della Madonna di Porvenzano (per il Palio di luglio) o al Duomo (ad agosto) per cantare un Te Deum di ringraziamento.
La festa della contrada prosegue, moderatamente, fino all'autunno quando nel rione addobbato a festa si svolge la "cena della vittoria" cui parteciperanno migliaia di contradaioli. E al posto d'onore ci sarà... il cavallo vittorioso.
Un ultimo dato, per i più curiosi. Qual è la contrada che ha vinto più Palii? Quella dell'Oca, con 62 vittorie seguita da Chiocciola e Tartuca con 51 e 45 vittorie rispettivamente.

È autunno inoltrato, ma il ricordo delle vacanze è magari ancora vivido dentro di voi. Ancor di più aiuta sfogliare l'album di fotografie che immortalano visi abbronzati e sorridenti, tramonti spettacolari e luoghi esotici. Se le vostre vacanze non sono state così eccitanti, potete sempre godervi il grande album di Focus.it che con il concorso "Fotografa l'estate" ha raccolto le vostre foto migliori. Un omaggio doveroso va alla foto vincitrice: il primo premio è andato infatti a Pellicodiving e ai suoi delfini polinesiani. Per ulteriori particolari su concorso e foto vincitrici vi rimandiamo alla fotogallery.

Un alberello colorato d'autunno in un paesaggio quasi innevato? La prima neve in effetti è caduta in altura, ma quella della foto è tutt'altra cosa.
Si tratta infatti delle impurità minerali intrappolate nel tempo all'interno di un'agata. Questa pietra è composta di silicio (lo stesso che compone il vetro) risalito in forma liquida dalle profondità terrestri e raffreddatosi rapidamente: per questo motivo non ha avuto modo di formare figure regolari, cioè di cristallizzare, e mostra arabeschi dalla forma più strana. In particolar modo, responsabile delle sfumature di giallo, marrone e rosso è l'ossido di ferro.

Una spruzzata di neve ha imbiancato i rilievi dell'altopiano Putorana in Russia, nel nordovest della Siberia. Il paesaggio dominato dai colori della terra spoglia e il bianco della prima neve è stato colto dal satellite Aqua il 25 settembre 2003. Questa regione isolata della Russia, ricca di laghi, fiumi e cascate (visibili nella foto ad alta risoluzione da scaricare), è una delle aree più inesplorate e selvagge dell'intero globo terrestre. Proprio qui si trova la cascata più alta della Russia stessa, con un salto di 101 metri. Niente a confronto del Salto Angel in Venezuela che con un dislivello di 979 metri si attesta come la cascata più alta del mondo...

Questo afide (Myzus persicae) invade preferibilmente le foglie del pesco, facendole accartocciare, ingiallire e, al peggio, cadere. I danni provocati alla pianta sono ingenti, nonostante la dimensione di questi insetti che non supera i 2 mm di lunghezza.
Questi afidi usano una particolare strategia riproduttiva - detta partogenetica - che non prevede l'intervento del maschio: le femmine si riproducono dunque per la maggior parte dell'anno senza il maschio e danno vita ad altre femmine. Solo in autunno dalle uova nascono maschi che successivamente si riproducono prima di morire.

Autunno: stagione di aurore boreali. Sì, perché l'affascinante fenomeno appare con maggior frequenza (doppia rispetto al resto dell'anno) nella stagione autunnale (e primaverile).
Le aurore non dipendono in realtà da eventi stagionali, quanto piuttosto dall'attività del sole: si manifestano infatti a causa delle tempeste "geomagnetiche" di venti solari che investono il campo magnetico della Terra.
Il pianeta terrestre risponde a questi "attacchi" solari formando una sorta di scudo protettivo, la cosiddetta "magnetosfera" che riesce a intrappolare grandi quantità di particelle cariche. Dopo essere stata colpita dalla tempesta solare, la magnetosfera rilascia alcune di queste particelle che piovono sull'atmosfera terrestre: l'aria surriscaldandosi forma strisce e macchie colorate nel cielo.

Una foto naturalistica di Terete.

Foto © Terete

I rossi delle foglie colorano il mio autunno.

Foto © artist84

Una foglia autunnale imbiancata dai primi fiocchi di neve? Niente di tutto ciò: si tratta invece dei Fiordi islandesi, penisole modellate da ghiacciai, acqua e vento che caratterizzano quasi la metà della costa islandese. Il satellite Landsat 7 ha posato il suo obiettivo sui Fiordi dell'ovest, protesi verso il mare dell'Islanda nord-occidentale. Quella dei fiordi occidentali è la regione costiera più scarsamente popolata dell'Islanda.
© Nasa

Se quello astronomico è cominciato qualche giorno fa, in India l'autunno si festeggia a partire da oggi. Per nove giorni e nove notti, in ogni regione con riti differenti e complessi, si celebrerà il Navaratri, la festa induista del raccolto dedicata alla divinità femminile creatrice Durga. È questo un periodo di rinnovamento interiore ed esteriore in cui il bene trionfa sul male, un'occasione per digiunare e offrire doni alla dea ma anche per rinnovare guardaroba e gioielli. Preghiere e festeggiamenti culminano nel decimo giorno con la festività di Dusserha (nella foto, una devota), in cui si celebra la vittoria del sovrano divino Rama contro il demoniaco Ravana, rapitore di sua moglie. Fantocci del malvagio sconfitto sono bruciati in tutte le strade, a simboleggiare la volontà di lasciarsi il male alle spalle.
Mille curiosità sulle religioni di tutto il mondo in un nuovissimo slideshow

[E. I.]