Curiosità

Le connessioni tra musica, colori e stato d'animo

Un studio americano fornisce nuove conferme sull'associazione tra musica, colori e umore, che nelle culture occidentali segue uno schema tipico ricorrente.

Fate una prova: mettete un brano vivace di Mozart nel vostro lettore mp3 e chiudete gli occhi, cercando di "vedere" un colore. Ci sono buone probabilità che la vostra mente crei toni di giallo o di arancione. È quanto afferma un team di ricercatori dell'Università di Berkeley, in California, secondo cui tendiamo ad associare la musica dalle tonalità maggiori, che di solito ha un timbro più allegro, ai toni del giallo. E la musica più lenta, in tonalità minore, a quelli del blu.

Questa conclusione è frutto di un nuovo studio su due gruppi di volontari (50 persone a San Francisco, negli Usa, e a Guadalajara, in Messico): a ciascun gruppo sono stati fatti ascoltare 18 brani di musica classica di Bach, Mozart e Brahms, chiedendo ai partecipanti di associare ogni brano a 5 colori presi da un elenco che ne comprendeva 37. Quasi tutti gli intervistati sono stati concordi nell'attribuire colori caldi alla musica in tono allegro e colori scuri a quella più malinconica.

Lo studio ha permesso anche di associare la musica alle espressioni del viso: sorrisi e soddisfazione per le arie più allegre, tristezza per quelle più cupe, in sintonia con altre ricerche sulle associazioni tra colori e stati d'animo, come quella pubblicata nel 2010 dal BMC Medical Research Methodology, secondo cui le persone più felici tendono ad associare il loro umore al giallo, mentre chi soffre di forme di ansia e depressione, preferisce il grigio o i toni scuri del blu.

Il prossimo passo dei ricercatori sarà ripetere l'esperimento in Cina e in Turchia per capire se le associazioni rilevate tra colori e musica valgono solo in occidente o sono piuttosto universali.

27 maggio 2013 Eugenio Spagnuolo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us