Focus

Le strisce pedonali più pazze del mondo

Per ammirare un'opera d'arte non serve sempre recarsi al museo. A volte basta attraversare la strada: i più curiosi zebra crossing tra street art, proteste e pubblicità.

Un trucco per stupire gli amici? Farsi fotografare su questo attraversamento in 3D creato in Kyrgyzstan.

A Bristol (UK) sono state reinterpretate in chiave aritstica.

Un attraversamento con strisce ad arcobaleno realizzato a Sydney in occasione dek festival della locale comunità gay e lesbica.

Lasciate passare i Peanuts al gran completo! A malincuore gli automobilisti di Osaka attraverseranno questa via.

Alcune strisce "speciali" hanno una funzione utile. Queste di Zurigo contengono una preziosa raccomandazione per i più distratti: occhio che su questi binari potrebbe passare il tram...

Se suonassero ad ogni passo di chi le attraversa, sarebbe perfetto: ma ci si può accontentare anche del solo effetto visivo. Queste strisce a tastiera sono state realizzate a Spartanburg, California meridionale.

A Baltimora (Maryland, USA) la strada sembra essersi "scucita": per fortuna c'è una zip a tenerla insieme.

Le più pulite sono probabilmente queste, che promuovono un noto marchio di detergenti per la casa.

Indovinate dove portano queste strisce, visibili a Zurigo (Svizzera).

Attenti a queste strisce: il rischio è che cadano l'una sopra l'altra con il classico "effetto Domino". Questo zebra crossing è stato fotografato in una strada del North Carolina.

Strisce pedonali dipinte con tinte arcobaleno in occasione di un Gay Pride a Tel Aviv, Israele.

Chi ha calpestato le strisce? Probabilmente un gigante di Montréal, Canada.

Il re della strada? Il pedone, che attraversando a questo incrocio di Montréal, Canada, trasformato in una sorta di "tappeto rosso", si sentirà ancora più importante.

La trovata di un barbiere di Chennai, India, per rendersi più visibile a un cliente. In questo caso alle normali strisce pedonali è stato accostato un divertente adesivo.

Queste strisce di Baltimora (Maryland, USA) mimano il gioco della campana (una versione del nostro gioco del "mondo" che si allestisce a terra, coi gessetti).

A forma di lisca di pesce, di nuovo a Montréal (Canada). In questo caso e nel precedente c'è lo zampino di uno street artist, Roadsworth (qui altri suoi lavori).

In occasione dei Mondiali di Brasile 2014, fuori dallo stadio di Maracanà gli attraversamenti pedonali erano stati ritoccati a dovere.

Le zebra crossing per eccellenza sono a forma di... zebra: la pubblicità dell'Ente del turismo sudafricano a Mumbai, India.

Tanto per rimanere in tema musicale: attraversare queste strisce equivale a danzare su un pentagramma.

"Basta proiettili" recita questa scritta accanto a strisce trasformate in munizioni: siamo a Chacao, Caracas (Venezuela), durante le proteste antigovernative dello scorso febbraio.

Le strisce-codice a barre: una azzeccatissima trovata pubblicitaria di un centro commerciale brasiliano.

A forma di rocchetti con tanto di filo avvolto intorno, a Philadelphia.

Le strisce? Che noia! A Santiago del Cile sono state trasformate in una più movimentata "greca" decorativa.

Un trucco per stupire gli amici? Farsi fotografare su questo attraversamento in 3D creato in Kyrgyzstan.