Curiosità

La pubblicità diventa una nuvola

Gli striscioni pubblicitari attaccati agli aerei a bassa quota? È storia vecchia! Ora la pubblicità in quota ha l'apparenza delle nuvole: è una schiuma leggerissima e "scolpita" su misura per riprodurre loghi, scritte, prodotti, personaggi. È la nuova frontiera della comunicazione pubblicitaria. Ma com'è fatta questa schiuma? È pericolosa per l'ambiente? Abbiamo indagato, e... (Andrea Porta, 18 aprile 2008)


Chi da bambino non si è sdraiato all'aperto, con il naso all'insù a osservare le nuvole, vedendoci dentro mostri, animali ed eroi? Be', avevano in mente proprio questo i "creativi" americani che si sono inventati i Flogo: foam-logo, dove "foam" sta per schiuma. In pratica, nuvole pubblicitarie, bianche (ma l'azienda garantisce un tocco di colore a partire dal 2009) e realizzate in quasi qualunque forma. Il sistema funziona così: una macchina, simile a un cannone sparaneve, è in grado di produrre ogni 15 secondi una nuvoletta spugnosa costituita da un mix di elio (il gas dei palloncini, più leggero dell'aria) e di una speciale schiuma prodotta con un liquido simile a quello che si usa per fare bolle di sapone. Di tale liquido non è dato conoscere la composizione esatta, perché coperta da brevetto: sul suo sito, la SnowMasters ("signori della neve") si limita a dichiare che è "verde e 100% eco-compatibile". Salvo poi aggiungere le solite raccomandazioni in caso di contatto (occhi, pelle) col liquido, e qualche rapido cenno alla possibilità di emissione di CO e CO2.

CHE COSA SUCCEDE (POI) ALLE NUVOLETTE?
Liberate dalla macchina spara-nuvole, i Flogo spiccano il volo (abbiamo raccolto alcuni videoclip che illustrano alla perfezione il sistema). «Possono arrivare a chilometri di distanza e a parecchie centinaia di metri dal suolo, anche migliaia», spiega uno degli inventori, «e possono "durare" da pochi minuti a qualche ora, a seconda del mix chimico e delle condizioni atmosferiche». Poi si dissolvono nell'aria... Pericoli per i cieli? Assolutamente no: "le schiume usate sono di origine vegetale, non lasciano residui e non sono di intralcio per gli aerei", garantiscono da SnowMaster. Siete pronti a leggere il nome del vostro abbronzante preferito nella nuvola che vi toglierà il Sole? E a respirare tranquillamente i residui di questa batuffolosa pubblicità? Aspettiamo i vostri commenti...

18 aprile 2008
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us