La guerra dei ritocchi

Quando la modifica di una foto è appena percettibile, si può facilmente cadere nell'inganno. Per questo, secondo l'etica del fotogiornalismo, le immagini di cronaca non devono mai essere ritoccate...

200343181859_5
La guerra dei ritocchi
Quando la modifica di una foto è appena percettibile, si può facilmente cadere nell'inganno. Per questo, secondo l'etica del fotogiornalismo, le immagini di cronaca non devono mai essere ritoccate a computer.
Un fotografo del Los Angeles Times c'ha provato ed è stato immediatamente licenziato. Brian Walski, inviato sul fronte di guerra in Iraq, ha mandato al suo giornale l'immagine di un soldato inglese nell'atto di invitare i civili iracheni a rimanere a terra, al riparo dal fuoco dello stesso esercito iracheno. Per rendere più drammatica la scena ha però raddoppiato un po' di personaggi sullo sfondo, ma il ritocco non è passato inosservato
Nel link in basso le foto originali e quella modificata (© Los Angeles Times) a confronto.
04 Aprile 2003 | Anita Rubini