L'odore dei neonati è una droga?

con_h13589495_319287827
Foto: Anne-Sophie Bost/PhotoAlto/plain/Contrasto

I neonati hanno un odore caratteristico che scompare nell'arco di sei settimane. La sua composizione non è nota, ma secondo gli esperti sarebbe formato da decine di molecole, alcune delle quali presenti nel liquido amniotico e nella vernice caseosa, la sostanza biancastra che protegge la cute del feto durante la gestazione. Infatti, sebbene il piccolo venga pulito e lavato appena dopo la nascita, queste sostanze resterebbero in tracce sulla sua pelle e, in misura maggiore, nei capelli.

Stupefacente
Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Psychology, il profumo dei neonati è molto potente e accende i circuiti nervosi del piacere, proprio come fanno le sostanze stupefacenti. I ricercatori lo hanno verificato misurando l’attività cerebrale di 30 donne (15 neomamme e 15 non ancora madri) mentre annusavano un odore estratto da pigiamini di neonato. L’attivazione delle aree del piacere si verificava in tutte, ma era più intensa nelle donne che avevano partorito da poco.

Ti può interessare:
Gli sbadigli di un feto nell'utero
Le immagini più nitide dei gemelli nel pancione


04 Giugno 2014