Cosa (e come) festeggiano gli americani nell'Independence Day?

Il 4 luglio cade la festa forse più sentita e importante per gli statunitensi: il Giorno dell'Indipendenza. Ma di quale indipendenza si tratta? E come festeggiano gli americani?

indipendence-day-usa
| Shutterstock

Barbeque, pic nic e fuochi d'artificio sono gli ingredienti che non possono mancare il 4 luglio, giorno in cui gli Stati Uniti festeggiano il loro Independence Day.

 

In quella che per gli americani è forse la più importante e sentita festa dell'anno, l'America si ferma per celebrare la propria nascita nel 1776, quando le Tredici Colonie americane ottennero l'indipendenza dal Regno Unito di Gran Bretagna.

 

4 luglio, Independence Day: la rivoluzione americana
Nella retorica americana il Giorno dell'Indipendenza (Independence Day) celebra sempre e comunque "la vittoria", come dimostra anche questa cartolina, con i fuochi d'artificio sullo sfondo del famoso monumento che ricorda la presa di Iwo Jima, al termine di uno dei momenti più duri della Guerra del Pacifico, durante la Seconda guerra mondiale. Perché "retorica americana"? Ecco la storia della conquista dell'indipendenza dall'Impero Britannico: il primo seme di una storia che ha cambiato il mondo. |

È qui la festa. Ma come festeggiano gli americani? La parola d'ordine è: non stare da soli. Ci si ritrova in tarda mattinata con amici e parenti per partecipare alle parate e alle cerimonie pubbliche, dopodichè arriva il momento dell'immancabile grigliata o pic nic all'aperto, tutto all'insegna dei colori della bandiera a stelle e strisce.

 

Dopo aver cantato tutti insieme e con la mano sul cuore l'inno nazionale, nel pomeriggio si partecipa agli innumerevoli eventi pubblici e privati che celebrano la storia, il governo e le tradizioni degli States. E alla sera, per concludere degnamente la giornata di festa, non possono mancare fuochi d'artificio mozzafiato sparati nei parchi e nelle piazze.

 

4 luglio 2019 | Rebecca Mantovani