Focus

Incontri ravvicinati con gli oggetti di tutti i giorni

La bellezza si nasconde anche nelle piccole cose di uso quotidiano. Basta saperla cercare. L'artista della fotografia Pyanek ha ritratto da incredibilmente vicino alcuni degli oggetti che ci capitano spesso tra le mani. Sapreste riconoscerli?

Non occorre guardare molto lontano per cercare bellezza e complessità: basta osservare con nuovi occhi quanto già ci circonda. Nella sua serie Amazing Worlds Within Our World ("Mondi incredibili all'interno del nostro mondo") l'artista Pyanek esplora da vicino alcuni degli oggetti contenuti nelle nostre case, rivelandone la complessità. Sapreste riconoscerli anche nella versione "macro"? Provate a indovinare osservando la foto, senza far scorrere subito lo sguardo alla soluzione (che trovate in fondo a ogni didascalia).

Nella foto: la punta di una biro.

.I lavori di Pyanek sono visibili anche sulla sua pagina Facebook e sul suo account YouTube.

Nella foto: un granello di zucchero bianco.

Se non riconoscete questo, significa che in casa potreste darvi un po' più da fare. Che cosa ritrae questa foto?

Una spugna da cucina.

Riuscite a indovinare di che si tratta? Un suggerimento: a furia di passarle tra le dita, si possono rovinare, piegare o strappare.

Soluzione: le pagine di un libro.

L'artista, di cui non si conosce il nome per esteso, ha utilizzato le lenti modificate di una Canon T3i per produrre multiple esposizioni da diversi punti di messa a fuoco di ogni singolo soggetto. Quindi ha unito i vari frame nella fase di post produzione.

Nella foto: un picciolo di mela.

Una superficie luccicante e porosa, con buchi grandi come caverne e cristalli che riflettono la luce. Che cos'è?

La macro di sasso raccolto sulla spiaggia.

A furia di essere tenuto in tasca, o in borsa, questo oggetto si è un po' rovinato, e rigato. Lo riconoscete?

È una chiave in ottone.

Nuova foto, nuovo indovinello: alcune persone incontrano il protagonista di questa foto ogni mattina appena sveglie. Che cos'è?

Un cornflake da colazione.

Se siete reduci da un trasloco, ne avrete gli occhi (e le scatole) pieni. Avete capito?

È la superficie ondulata di un cartone.

Più che per la vista, potreste riconoscerlo dal profumo. Alcuni ne vanno davvero pazzi, e ne collezionano di diversi tipi. Di che si tratta?

Di un bastoncino di incenso.

In questo caso è più facile che indovinino le signore, che magari se ne sono appena regalate una "passata". Di che si tratta?

Di un rossetto rosso.

Questo è più facile (anche se non si usa più come una volta). L'avete riconosciuto?

La capocchia di un fiammifero.

Motivi a spirale luccicanti per un oggetto che tiene uniti i mobili di casa. Si tratta di...

... una vite.

Non è una vallata di montagna, e neanche la cresta di un'onda dai riflessi argentati. Ma una cosa che è meglio maneggiare con cautela.

Un coltello seghettato.

Anche in questo caso, se lo riconoscete subito è un buon segno (e significa che l'utilizzate spesso).

La schiuma di un sapone.

Semplicissimo: soprattutto per un italiano.

Uno spaghetto.

Uno degli indovinelli più complessi: ma potreste utilizzarne una o due al giorno.

Una bustina da tè.

Per finire, qualcosa che potreste avere sotto le dita in questo momento.

Il tasto della "X" sulla tastiera di un computer.

Non occorre guardare molto lontano per cercare bellezza e complessità: basta osservare con nuovi occhi quanto già ci circonda. Nella sua serie Amazing Worlds Within Our World ("Mondi incredibili all'interno del nostro mondo") l'artista Pyanek esplora da vicino alcuni degli oggetti contenuti nelle nostre case, rivelandone la complessità. Sapreste riconoscerli anche nella versione "macro"? Provate a indovinare osservando la foto, senza far scorrere subito lo sguardo alla soluzione (che trovate in fondo a ogni didascalia).

Nella foto: la punta di una biro.