Curiosità

Il ritorno dei dirigibili

Reportage in volo da un dirigibile.

Sono mastodontici e lenti. Ma negli ultimi tempi i dirigibili stanno vivendo un nuovo fermento: si stanno rivelando utili, infatti, come piattaforme di osservazione scientifica perché riescono a sorvolare stabilmente una zona per molte ore. E c'è chi progetta di usarli come cargo per trasportare materiali edili in zone impervie. Sono salito a bordo di uno dei 5 dirigibili in servizio al mondo, il Goodyear Europa Blimp, che vola sui cieli italiani questo weekend in occasione della "6 ore di Monza", una gara motoristica del World Endurance Championship.

L'epoca d'oro dei dirigibili sembrava chiusa in modo irreversibile da quando, nel 1937, lo Zeppelin Hindenburg bruciò in 32 secondi mentre atterrava a Lakehurst, New Jersey, causando la morte di 36 passeggeri. Quella tragedia decretò la fine della fiducia verso i dirigibili, soppiantati poi dagli aerei dopo la seconda guerra mondiale. Ma nel 1997 la tedesca Zeppelin, oggi una multinazionale nel campo delle costruzioni edili, ha deciso di far tornare in volo (e in tutta sicurezza) questi giganti.

Qui sotto, un video di presentazione del dirigibile Goodyear Blimp.

Era stato il generale tedesco Ferdinand von Zeppelin nel 1895 a inventare il dirigibile dotato all'interno di una struttura rigida. Così il dirigibile, che un tempo aveva celle in budello di bovino e un rivestimento in cotone, lino e polvere di alluminio è stato riprogettato e costruito con nuovi materiali: il rivestimento è in poliuretano, poliestere e un sottile film in tedlar, ignifugo e resistente ai raggi ultravioletti. Il telaio interno è in lega di alluminio, zinco e magnesio con tiranti in fibra di carbonio. Gli alettoni di coda sono controllati col sistema fly-by-wire, ovvero da comandi elettronici digitali.

Qui sotto, un breve video girato dal dirigibile fra Bonn e Colonia.

La Zeppelin ha costruito 4 di questi dirigibili per la statunitense Goodyear, che li produceva per la Marina americana fin dal 1917. Un quinto è impiegato oggi dalla Zeppelin per voli turistici sulle principali città tedesche.

In esclusiva su Focus 346, in edicola da martedì 20 luglio: il presente e il futuro dei nuovi dirigibili, usati per riprese tv in alta definizione e come piattaforme di osservazione per studi geologici e climatici, e che nei prossimi anni potrebbero affiancare i satelliti nell'osservazione terrestre da alta quota ed essere impiegati per trasportare grossi quantitativi di materiali edili in zone impervie.

----------
Il ritorno dei dirigili è anche il titolo dell'articolo di approfondimento che troverete su Focus 346, in edicola da martedì 20 luglio 2021.

16 luglio 2021 Vito Tartamella
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us