Curiosità

Il posto più sporco degli aeroporti (e degli aerei)

No, non è il bagno. Secondo uno studio condotto in alcuni aeroporti americani sono altri i luoghi preferiti da germi e batteri.

Frequentati da milioni di persone ogni giorno, aerei e aeroporti, loro malgrado, non sono apprezzati soltanto dai viaggiatori, ma anche... dai microbi. Più di uno studio negli anni ha evidenziato che nelle zone comuni si annidano decine di migliaia di batteri. Alcuni dei quali anche patogeni.

Gli ultimi dati provengono da una ricerca commissionata dal sito insurancequotes.com, secondo la quale in alcuni punti degli aeroporti ci sarebbero mille volte i batteri che in media si trovano sulla tavoletta del WC di casa nostra. E, il bello è che non si tratta… delle toilette.


Lo studio ha preso in esame i 3 maggiori aeroporti americani e 3 vettori di compagnie aeree statunitensi, non meglio specificati per evitare l’effetto delazione: i ricercatori hanno analizzato alcune superfici con cui vengono a contatto i passeggeri a bordo dell’aereo e durante la permanenza in aeroporto.

In aereo. Il primo oggetto esaminato sono state le cinture di sicurezza, su cui sono state trovate in media 1.116 unità formanti colonia (CFU), un indicatore comunemente utilizzato in microbiologia per contare il numero di cellule (batteri o funghi) presenti in un campione.

Poca roba rispetto ai tavolini reclinabili, dove i ricercatori hanno contato 11.595 CFU, e pochissima rispetto a quello che è il luogo più sporco di tutto l’aereo: il pulsante dello sciacquone della toilette, dove si anniderebbero ben 95.000 CFU.

Numeri che da soli non dicono niente se non consideriamo, per esempio, che in media ci sono 30 CFU sulla maniglia dello sciacquone di casa nostra e 172 CFU sulla tavoletta del water che, a leggere questo genere di ricerche, sembra essere uno dei luoghi più puliti del mondo (c'è una ragione: la laviamo spesso).

Spesso si pensa che gli aerei vengano puliti tra ogni volo - si legge nel rapporto - ma in realtà ogni compagnia aerea può decidere con quale frequenza e quanto a fondo pulire un aereo; quindi se il tempo di giacenza tra i voli è basso, l'aereo può anche non essere pulito.

In aeroporto. Se in aereo la presenza di germi è condizionata anche dalla scarsa areazione, in aeroporto invece le cose dovrebbero andare diversamente. Ma non è così: lo ricerca rivela infatti che mediamente sul pulsante delle fontanelle dell’acqua presenti nei terminal ci sono 19.181 CFU e 21.630 in media sui braccioli dei divanetti all'imbarco. Niente comunque rispetto a quello che sarebbe il posto più sporco di tutto l’aeroporto: lo schermo touch del check-in automatico, quello dove i viaggiatori sono soliti stampare la carta d’imbarco, una volta in aeroporto senza fare la fila al check-in.

In media il vetro dello schermo ospiterebbe qualcosa come 253.857 CFU. Ma i ricercatori si sono affrettati a precisare che su uno dei 3 monitor degli aeroporti americani presi in esame hanno trovato ben 1 milione di CFU.

Più che il numero di germi, ad allertare i ricercatori è stata la presenza di alcune famiglie di batteri pericolose per la salute. Prima di farsi prendere dal panico e disdire il prossimo viaggio, è bene tenere a mente che - avvertono gli stessi ricercatori - i germi sono ovunque e in molti casi inevitabili.

I limiti della ricerca. Ma per amor del vero, va detto anche che lo studio è stato effettuato solo in 3 aeroporti americani, che è un po’ poco per fare statistica. Lo ammettono gli stessi ricercatori: “Abbiamo condotto test su su sei superfici. Ogni superficie è stata tamponata 3 volte nei 3 principali aeroporti degli Stati Uniti o su diversi voli delle principali compagnie aeree statunitensi. Le unità formanti colonie per pollice quadrato sono state mediate per ciascun tipo di superficie… È possibile che con un campione più ampio di superfici, avremmo potuto ottenere maggiori informazioni sui livelli di CFU. Non è stato eseguito alcun test statistico, quindi le dichiarazioni sopra elencate si basano su mezzi unici. In quanto tale, questo contenuto è esplorativo…”.

L'unico aspetto positivo di ricerche del genere è quello che - dati alla mano, anzi, batteri - si capisce perché sia importante lavarsi le mani spesso e bene.

19 febbraio 2018
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us