Il mondo sotterraneo: 10 meraviglie da scoprire

Dal fiume sotterraneo più lungo del mondo alle segrete stanze di Churchill, dalle miniere di sale della Transilvania alla città sotterranea di Cober Pedy, dalle Grotte di San Canziano alle Catacombe di Parigi: 10 meraviglie del sottosuolo.

churchillcatacombes_de_paris_21833466113waitomocu_chi_tunnel_entry_1coberpedylongyou_xiaonanhai_shishi_2016.12.11_15-49-15salina_turda_panorama_cluj_roskocjan_caves_6terracotta_soldier_panorama_5258589290visit-philippines-underground-riverApprofondimenti
churchill

Le Stanze della guerra di Churchill. Oggi sono una sezione dell'Imperial War Museum di Londra. Il museo comprende le Cabinet War Rooms, un bunker che ospitava il centro di comando del governo britannico durante la Seconda guerra mondiale quando, Churchill e il governo inglese, lavorarono instancabilmente per pianificare la guerra al Terzo Reich. Per mettersi al sicuro crearono un bunker per l'intera operazione, dove ancora oggi si possono osservare oggetti originali dell'epoca e riviverne in parte l’atmosfera. Sono anche visibili la stanza di Churchill, dove dormiva quando non poteva tornare al n. 10 di Downing Street, e la Transatlantic Telephone Room, dove Churchill conversava con il presidente americano e metteva a punto i suoi piani di guerra.

catacombes_de_paris_21833466113

Le catacombe di Parigi. È un labirinto sotterraneo di gallerie, piene di teschi impilati l'uno sull'altro, che resistono sotto la capitale francese fin dai tempi dei Romani e che si ritiene che si estendano per almeno 300 chilometri. Secondo alcune stime vi sarebbero sepolti almeno 6-7 milioni di corpi. Le catacombe oggi sono aperte al pubblico solo in parte e hanno ospitato anche i set di numerosi film horror.

waitomo

Le Waitomo Glowworm Caves. Si trovano in Nuova Zelanda e furono scoperte nel 1887 dal geometra inglese Fred Mace e dal capo Maori locale Tane Tinorau, che navigando nelle oscure caverne alzando gli occhi, si trovarono di fronte a una sorta di cielo stellato: era la luce prodotta dai glow-worm, insetti bio-luminescenti (come le lucciole), che emettono dei bagliori dal verde al blu. La diversa intensità della loro luce cambia in base all’età e al tipo di alimentazione, creando un’atmosfera difficilmente riproducibile con luci artificiali.

cu_chi_tunnel_entry_1

I tunnel di Củ Chi. Costruiti durante la guerra del Vietnam dai Viet Cong, sono tunnel interconnessi tra loro, che si estendono per decine di migliaia di chilometri. I Viet Cong li usavano per la guerriglia e le truppe americane si erano viste costrette a creare truppe speciali conosciute come "ratti dei tunnel" per inseguirli. Una suggestiva descrizione della vita in questi tunnel al tempo della guerra del Vietnam si trova nel libro “Niente e Così sia” di Oriana Fallaci.

coberpedy

Coober Pedy. Si tratta di una città sotterranea di (ben) 1.600 abitanti, situata nel bel mezzo dell'Australia, a migliaia di chilometri dalla capitale, Camberra. La sua costruzione è iniziata nel 1917 attorno alla produzione di opale (un minerale multicolore) ed è progredita fino a diventare una comunità di appartamenti per i lavoratori e le loro famiglie, che in questo modo potevano sfuggire all’implacabile caldo del deserto australiano. Sottoterra non ci sono solo case, ma anche negozi e chiese.

longyou_xiaonanhai_shishi_2016.12.11_15-49-15

Le caverne di Phoenix Hill. Sono una serie di 36 caverne sotterranee di siltite (rocce con granuli di dimensioni minori di quelle della sabbia fine) create dall'uomo e scoperte per caso da un contadino cinese nel 1992 a Phoenix Hill, nella contea di Longyou, nella provincia di Zhejiang, in Cina. Inizialmente piene d’acqua, in alcuni casi sono state prosciugate e aperte a studiosi e curiosi di ogni genere, visto che non è ancora chiaro come siano state costruite. Gli appassionati di misteri del cosmo, tanto per dire, le ritengono opera di antichi esploratori extraterrestri.

salina_turda_panorama_cluj_ro

Le miniere di sale di Turda. Turda, in Romania, è famosa per le miniere di sale. Scoperte nel 17° secolo, nel tempo hanno subito diverse trasformazioni, fino a diventare un bunker durante la seconda guerra mondiale. Ora sono un parco a tema sotterraneo, dove oltre alle giostre, si trovano i resti delle antiche miniere: la miniera Iosif, la miniera Rudolf, la miniera Ghizela e la miniera Terezia. Quest’ultima è la più antica: l’estrazione del sale, iniziata dal 1690, ha lasciato un “vuoto” di 112 metri di altezza e 87 metri di diametro e un lago formatosi dalle infiltrazioni delle acque.

skocjan_caves_6

Le Grotte di Škocjan. Situate in Slovenia, le Grotte carsiche di Škocjan (o San Canziano) sono un complesso di gallerie e caverne lungo oltre 5 chilometri, ricoperto da stalattiti e stalagmiti, scavato nel corso di milioni di anni dal fiume Timavo. A essere eccezionale è soprattutto la loro profondità: scendono fino a 200 metri, guadagnandosi il primato di più grande canyon sotterraneo al mondo. Non solo: il sottosuolo carsico offre rifugio a numerosi organismi, che non si trovano in nessun'altra parte del mondo.

terracotta_soldier_panorama_5258589290

Il Mausoleo del Primo Imperatore Qin. Nella parte settentrionale dei Monti Lishan, in Cina, l'attrazione più famosa è la celebre tomba dell’imperatore che per primo unificò il paese: Qin Shi Huang. La sua costruzione risale al 264 a. C., quando furono reclutati lavoratori da tutto il Paese, per creare quella che ha l’aspetto di una piccola città sotterranea e una tomba, piena di statue. Non statue comuni, attenzione! Ma un esercito simbolico di di guerrieri di terracotta, vestiti con corazze in pietra e dotati di armi, replica fedele dall'armata che aveva contribuito a unificare la Cina. Da quando un contadino le scoprì, nel marzo del 1974, sono state riportate alla luce le statue di circa 8000 guerrieri, 18 carri in legno e 100 cavalli in terracotta.

visit-philippines-underground-river

Puerto Princesa. Sappiamo che il Nilo è il fiume più lungo del mondo. Ma qual è il fiume navigabile sotterraneo più lungo del mondo? La risposta è il fiume di Puerto Princesa, nell’omonimo Parco nelle Filippine “sotto” l'isola di Palawan. Il fiume, navigabile in canoa in alcuni tratti (per 4,5 km), attraversa una grotta prima di gettarsi direttamente nel Mar Cinese Meridionale e nonostante la posizione sotterranea, defilata, è soggetto alle maree oceaniche.

Le Stanze della guerra di Churchill. Oggi sono una sezione dell'Imperial War Museum di Londra. Il museo comprende le Cabinet War Rooms, un bunker che ospitava il centro di comando del governo britannico durante la Seconda guerra mondiale quando, Churchill e il governo inglese, lavorarono instancabilmente per pianificare la guerra al Terzo Reich. Per mettersi al sicuro crearono un bunker per l'intera operazione, dove ancora oggi si possono osservare oggetti originali dell'epoca e riviverne in parte l’atmosfera. Sono anche visibili la stanza di Churchill, dove dormiva quando non poteva tornare al n. 10 di Downing Street, e la Transatlantic Telephone Room, dove Churchill conversava con il presidente americano e metteva a punto i suoi piani di guerra.