I piccoli colpi di genio dei designer

Confezioni azzeccate, packaging intelligente, arredi riciclabili: una carrellata di idee brillanti che da questo momento in poi vi sembreranno indispensabili.

Dal packaging alla grafica, dalla progettazione di oggetti d'uso quotidiani, all'architettura d'interni: sono molti e tra i più disparati i progetti premiati nell'A' Design Award & Competition, un concorso per innovatori in vari ambiti del design. Unico tratto in comune, la creatività: ecco un assaggio delle proposte che si sono distinte.

Una confezione per patatine... con la tasca, nella quale spremere ketchup o maionese. Così si evita di attingere la salsa direttamente dalla tovaglietta di carta, e oltretutto si inquina di meno.

Ricci o lisci? L'importante è che siano al naturale: una magnifica trovata per confezionare la pasta.
 
# Vedi anche: La nuova frontiera del gusto? Il packaging che si mangia

Un modo non convenzionale di confezionare fette di torta: la trovata elegante di un'azienda giapponese.

Questo alveare di cartone fatto a spicchi, eventualmente apribile a scacchiera, non poteva che contenere piccoli barattoli di miele.
 
# Vedi anche: Altre confezioni irresistibili

Una scatola contenente tutto il necessario per rifocillare un gatto randagio: cibo e acqua, in due scomparti separati. L'idea è di alcuni designer turchi per i tanti gatti senza casa.

Questa scatola in cartone per noodles istantanei si espande grazie a un sistema di pieghe, e da compatta si trasforma in un'ampia ciotola (con tanto di porta forchetta).

La tazza per il caffè (americano) anti ustione: indica la temperatura, ed evita ustioni alla lingua.

Il modo migliore per affrontare una partita a scacchi? Mangiando cioccolatini ripieni di whisky. Se poi la scatola è la scacchiera e i pezzi sono liquorosi... meglio vincere!

Alla National Taipei University of Technology è andato il riconoscimento per il Design di utilità sociale. La proposta è di dotare le fermate degli autobus di un sistema per asciugare gli ombrelli.

Il dispositivo che si aziona con un pedale permette di strizzare l'ombrello e rimuovere l'acqua prima di salire, mentre si è in attesa del bus e non si ha molto altro da fare.

In questo modo si eviterebbe anche l'effetto bagnato sulla pavimentazione degli autobus, riducendo il rischio di cadute per i passeggeri.
 
# Vedi anche: 8 invenzioni geniali del 21esimo secolo

Senza ferretti, antiodore, ma soprattutto pieno di tasche dove tenere tutto ciò che serve: è il Travel Bra, reggiseno da viaggio, che si è aggiudicato il riconoscimento come migliore progetto di design nella sezione "Moda".

Prevede anche uno spazio in cui alloggiare le chiavette USB, se avete documenti che proprio non potete perdere.
 
# Vedi anche: Le invenzioni hi-tech del prossimo futuro

La crescita della popolazione e l'attuale consumo di risorse stanno rendendo insostenibile il nostro modello economico: non si può continuare a comprare prodotti che, una volta esaurita la loro funzione, sono da buttare. Proprio in quest'ottica nasce la sedia multifunzionale.

Girata da un lato è un seggiolone per bambini, ma quando si cresce... la si ribalta, ed è di nuovo comoda. In pratica è studiata per accompagnare una persona nell'intero corso della sua vita (o per servire all'interno di una stessa famiglia).
 
# Vedi anche: 10 piccole invenzioni sottovalutate

Il Teanocchio: l'infusore per il tè a forma di burattino.

Un oggetto d'arredo che prende spunto dalla natura per offrire una seduta confortevole: se vi sembra la coda di una balena, non vi sbagliate.

Una sorta di grande calza in poliestere per custodire la bici senza sporcare il pavimento di casa.
 
# Vedi anche: 7 piccole invenzioni che ci hanno cambiato la vita

Un progetto di design e architettura: una toilette pubblica con le pareti fatte di libri. Il valore della cultura?

Si potrebbe pensare a un destino un po' più aulico per i volumi di carta, ma il progetto si basa su un principio di circolazione del sapere e book-crossing.

Al posto della toilette, le pareti "cartacee" potrebbero racchiudere una piccola cappella (con testi religiosi), uno spazio per meditare, o una videoteca all'aperto (con i "muri" fatti da dvd).

Una sedia per quattro sedute.

O per due amici, quattro chiacchiere e un paio di tavolini.

Di Gita, il veicolo robotico che insegue il suo proprietario evitandogli di portare pesi - è una via di mezzo tra un trolley e un carrello, ed è dotato di un motore elettrico - abbiamo già scritto: eccolo in azione.

Questa tromba veicola acqua, non suoni: è una doccia ispirata a uno strumento jazz, pensata per riempire anche spazi contenuti.

Ecco infine due progetti squisitamente architettonici. Il primo prevede la riorganizzazione degli spazi interni di un cinema, ispirandosi ai volumi e ai motivi geometrici dei paesaggi montani e delle caverne naturali.

Stalattiti e stalagmiti, grotte carsiche e destrutturalizzazione dello spazio sono le linee guida del progetto, che è stato completato in Cina nell'agosto 2016.

Il secondo è il progetto per una casa completamente integrata nella natura, che avvolge i suoi inquilini come in un abbraccio.

L'Organic House è stata costruita, nel 1985, alla periferia di Città del Messico. Con una superficie di 180 metri quadri (più 300 di giardino) ricorda il concetto di tana ma anche, nelle intenzioni dei designer, qualcosa di più primordiale, come la vita nelle caverne e l'esperienza dell'utero materno.

Dal packaging alla grafica, dalla progettazione di oggetti d'uso quotidiani, all'architettura d'interni: sono molti e tra i più disparati i progetti premiati nell'A' Design Award & Competition, un concorso per innovatori in vari ambiti del design. Unico tratto in comune, la creatività: ecco un assaggio delle proposte che si sono distinte.

Una confezione per patatine... con la tasca, nella quale spremere ketchup o maionese. Così si evita di attingere la salsa direttamente dalla tovaglietta di carta, e oltretutto si inquina di meno.