Focus

I cinque sensi

Come fermare l'immagine di un suono? Il sapore di un frutto è a colori o in bianco e nero? Che forma ha il profumo di caffè? Di che colore è la morbidezza? Non è facile fotografare I cinque sensi... Eppure i lettori di Focus ci sono riusciti!

Che gusto!, una foto di Flavia Franceschini (flaviaf). Ebanista e intagliatrice dal 1980, ha partecipato a numerosi simposi di scultura in legno ed esposto in collettive e personali in Italia e all'estero: scultura, pittura, scenografia teatrale, tecniche calcografiche ed elaborazioni digitali... ma fotografa per passione, con poca tecnica e senza strumenti raffinati.

Senti che profumo? Una foto di Rosa Marangi (POLICARPO): questa dovrebbe però chiamarsi... l'impiccione! La foto non era per lui (Chicco), ma per la rosa.

Sguardi, una foto di Francesca Venieri (fratippete): uno scatto "agli occhi fatti per stare vicino" in un pomeriggio d'estate sulla riva del fiume Santerno, in Toscana.

Il tatto di betti1955 (Elisabetta Castellano)
I bambini sono fonte di grande ispirazione fotografica con la loro spontaneità. La foto è stata scattata d'estate a Genova, sotto casa in piazzetta. Alessia, la birichina, è la mia pronipote. In questa foto ha un anno e a quell’età più si “esplora” il mondo trasgredendo alle regole. Una curiosità: trenta anni prima ho scattato una foto in bianco e nero alla mamma di Alessia nello stesso... atteggiamento.
 
DI SÉ RACCONTA Fotografa amatoriale, appassionata di fotografia da sempre. Dalle foto di famiglia ho deciso di guardarmi intorno e ampliare i miei soggetti. Amo il particolare e il colore. Non sono ancora riuscita a raggiungere l'obiettivo di fare lo scatto “perfetto”.

Odori, colori, sapori prima del mix di dannynecula
Ecco uno dei piatti preferiti dagli italiani in una versione originale: la bandiera che mostra l’origine di questo piatto tipico. Un omaggio anche per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia che si è celebrato quest’anno.
 
DI SÉ RACCONTA Da circa due anni ho scoperto la passione per la fotografia e ora non posso più farne al meno. È il mio modo per sfogarmi, per comunicare qualcosa laddove non riesco a trovare le parole. Cerco di guardare le cose con occhi diversi, di trovare anche nelle più banali cose la bellezza che gli altri non riescono a vedere. Non ho uno stile particolare, cerco di fotografare un po’ di tutto, sono sempre aperto alle critiche che sicuramente fanno crescere.

Immersa nel profumo della Provenza di nandoquaranta (Ferdinando Quaranta)
La foto è stata da me ripresa in Provenza nei campi di lavanda nella zona di Sault all'inizio di agosto 2010. Il soggetto stava camminando tra i filari ed io sono stato colpito dai colori del suo abbigliamento in tono con quelli della lavanda e dal suo incedere un po’ insicuro a causa, forse, di calzature inadatte.
 
DI SÉ RACCONTA Sono un fotografo terrestre solo per caso, essendo stato strappato al mio grande amore, la fotografia subacquea, per cause non dipendenti dalla mia volontà.

Antichi sapori: pane tostato e cipolla, i semplici sapori e profumi di una volta di sdb75 (Simone De Barba)
La foto scattata a Corneliano Bertario riprende un particolare di un banco del mercato a contorno della rievocazione medievale del 2010, da qui appunto gli "antichi sapori".
 
DI SÉ RACCONTA La passione per la fotografia, o quello che per ora considero ancora un semplice hobby da praticare appena posso, nasce negli ultimi anni con l'avvento del digitale. Dal 2011, dopo il mio primo corso di fotografia, sono anche diventato socio di un circolo fotografico. I miei soggetti preferiti: animali, natura e paesaggi.

Sulle mie dita di Vanes88 (Vanessa Zara)
Durante una passeggiata pomeridiana sul prato, ho incontrato questa simpatica rana che, per niente intimorita dalla mia presenza, mi è balzata addosso e ho deciso di immortalare il momento come ricordo della giornata.
 
DI SÉ RACCONTA Sono una studentessa di architettura, ho sempre amato scattare fotografie e mi piace immortalare ogni momento e ogni cosa capiti lungo il mio cammino.

Balliamo? di alepighini(Alessandro Pighini)
Anni fa mi trovavo di passaggio in un paese della Romagna, dove si teneva una rappresentazione di antichi balli popolari. Oltre ai colori della festa la mia attenzione si focalizzò sulle mani dei ballerini in totale controluce. Il bracciale della ragazza poi faceva dei bellissimi giochi di luce e così... click!
 
DI SÉ RACCONTA Fotografo da qualche anno quello che trovo di interessante senza un filo conduttore. Quello che conta è sentire il rumore dell'otturatore.

Se le mani sentono di Alshiavo (Alberto Schiavo)
Il lavoro del vasaio: un’arte senza tempo. Le mani creano attraverso la sensibilità delle dita, mescolando esperienza e arte. Attorno al vasaio decine di persone guardano con occhi curiosi di bambino il crearsi delle forme.
 
DI SÉ RACCONTA Sono nato a Padova nel 1957 e diplomato all' Istituto d' Arte E. Nordio di Trieste. Ho lavorato anche nel campo della grafica pubblicitaria e adesso vivo nei dintorni di Padova.

Una stretta di... zampa di betzy (Elisabetta Cappai)
Un gesto che vale più di mille parole. È cosi che tutti i giorni il mio nipotino e il suo amico a quattro zampe si augurano la buona giornata.
 
DI SÉ RACCONTA In punta di piedi mi sono avvicinata al mondo della fotografia e ora non riesco a farne a meno. Adoro fotografare i fiori e i loro colori ma non disdegno qualsiasi altro soggetto o situazione capace di regalare anche una minima emozione.

Olfatto di-vino di bip1 (Bruno Ippolito)
In questa foto ho cercato di trasmettere il profumo con tutte le sue sfumature, anche le più sottili e nascoste, contenute in un calice di buon vino.
 
DI SÉ RACCONTA Correva l'anno '82, il primo stipendio speso per acquistare la mia prima reflex + flash (520.000 lire), da allora la fotografia è parte della mia vita. Un grazie a questa community per poterla condividere con voi tutti.

Ho l’acquolina in bocca di carlo.gurgo
Un’ora di attesa, immobile immerso nel silenzio della natura. Arriva velocissimo, si posa. Tac, tac, tac, scatti a raffica con il cuore a mille. Si immerge, ritorna, vola via e ti lascia nel cuore una pace infinita perché ha dato vita a un miracolo della natura .
 
DI SÉ RACCONTA Da sempre interessato alla fotografia, ultimamente mi sono specializzato nel fotografare uccelli e altri animali. Preferisco gli uccelli acquatici, che posso riprendere dal catamarano o dal kayak in palude, da una angolazione originale.

Contatto e affetto, non solo tra noi umani di Coccoele (Eleonora Leso)
Quest'estate ho visitato la bellissima città di Valencia, dove si trova un eccezionale bioparco con animali di tutti i continenti. Mi sono trovata di fronte a un posto spettacolare con ricostruzioni di savane e foreste stupende. Proprio qui ho fatto colto questo simpatico e dolce scambio di tenerezze tra una giraffa e il suo piccolo. Un segno che nonostante siano animali, lontani anni luce dal mondo umano, e spesso coinvolti esclusivamente dal loro istinto, anch’essi dimostrano l'amore sconsiderato che una mamma prova per il proprio bambino.
 
DI SÉ RACCONTA Adoro la fotografia, a modo mio. Non ho il tempo e possibilità di coltivare a pieno questa passione, ma in ogni momento libero si parte con la macchina fotografica a cercare nuovi spunti. Sono giovane e so che ho ancora molto tempo. Non vedo l'ora di scoprire quanti altri nuovi scatti mi può riservare il mondo.

L’intesa in uno sguardo, in un tocco di dLin (Evelin Donati)
La fedeltà si riconosce a colpo d'occhio. Quando percepisci il calore di un essere, con un viso così espressivo, non puoi non sentirlo.

Così piccolo, così forte di fiorenzorizzato (Fiorenzo Rizzato)
Per chi non ha mai toccato un serpente, e ancora crede che sia "viscido", che ne ha ribrezzo e schifo, in forza di un racconto antico che riconduce alle origini del Male o di un’assoluta mancanza di conoscenza e familiarità. Questo piccolo serpente che imita nei colori il pericolosissimo serpente corallo, stringe la mia mano con forza inaspettata scivolando su scaglie cornee fresche e lisce tanto da non far quasi percepire i punti di contatto. Visitando un Paese che ha destinato un terzo della superficie a parchi naturali, dai vulcani alle foreste, dal Pacifico al Mar Caribe, non si poteva non visitare World of Snakes, stazione di conservazione e riproduzione di questi fantastici animali dai colori molteplici e talvolta sfavillanti.
 
DI SÉ RACCONTA Tutto ciò che è bello, curioso, divertente, tutto ciò che suscita sentimenti, stupore, malinconia, gioia, tenerezza, simpatia, tristezza, entusiasmo, allegria. Poter "toccare" nuovamente a distanza di tempo un momento prezioso di vita.

Moreno in profumo d'estate di ghiblica (Marco Tuveri)
Una foto che mi commuove ogni volta che la guardo. Davanti a casa nel mio giardino, Moreno era la felicità in persona. Gli piaceva annusare i fiori e l'aria specialmente in estate. Adesso che non è più in vita ho voluto che comunque facesse parte per sempre del suo giardino.
 
DI SÉ RACCONTA Sono nato a Cagliari il 23 Aprile 1961. Vivo a Siena da sempre e dal 1978 sono entrato nel mondo pubblicitario. Sono il creativo e regista di spot, documentari, programmi, sigle. Qui il mio lavoro parte da un’idea che viene realizzata attraverso immagini, montaggio, musica e commento audio. Io sono sempre presente nella direzione di tutte queste fasi e nel rapporto con i clienti. Le mie passioni anche fuori dal lavoro sono la musica, l’arte, la fotografia, dipingere.

Con-tatto di giuseppina brintazzoli (Giuseppina Brintazzoli)
Mia nipote era ancora piccola e mia madre già vecchia. Non sapevo sarebbe vissuta tanto per lasciare un posto nei suoi ricordi. Ho scattato questa foto per trasmettere il loro legame per sempre.
 
DI SÉ RACCONTA Amo la fotografia perché mi consente di immortalare delle emozioni e qualche volta trasmetterle. Ho 60 anni e con la fotografia e la pittura sto vivendo la mia seconda vita , quella che mi consente di essere me stessa , di non essere mai sola, di rallentare la mia corsa. Mi sono iscritta alla vostra community per incontrare altre persone che hanno la mia stessa visione della vita.

I suoni di Parigi di iside84 (Gabriella Barbato)
Mi trovo sul promontorio del Sacré Coeur, che sorveglia e ispira l'artistico quartiere di Montmartre. Trascorrerò in città un mese intero, grazie alla borsa di studio vinta per la ricerca tesi all'estero, e voglio pensare che le delicate e penetranti note di quest'arpa possano essere la colonna sonora di questa esperienza. Seduta a godermi la dolce melodia, mi soffermo sul movimento delle mani dell'arpista, che pare quasi accarezzare anche la città che si intravede sullo sfondo.
 
DI SÉ RACCONTA La bellezza è in qualsiasi cosa e ognuno la percepisce in un modo del tutto originale e personale. Questo è ciò che penso della fotografia: è un modo per registrare artisticamente una personale interpretazione della realtà, e comunicarla agli altri insieme alle sensazioni che il mondo ci regala.

Odore di caffè di ladydi (Diana Cimino Cocco)
Per cominciare bene la giornata, cosa c'è di meglio del buon aroma del caffè che si sparge nell'aria? Per evidenziare l’odore del caffè ho scelto di mettere in una gustosa tazzina del bar i chicchi del caffè tostato che hanno un odore molto più intenso.
 
DI SÉ RACCONTA Sono Diana Cimino Cocco, nata a Khartoum (Sudan) dove ho vissuto fino a 15 anni, cioè fino a quando mi sono trasferita a Bari e dove lavoro come assistente amministrativa per la Pubblica Istruzione. Sono spostata e ho due figli: Fabio e Francesco, i “cocchi di mamma”.

Profumo di lavanda di lilith8(Natalia Palumbo)
La foto è stata scattata nel giardino di casa mia in un caldo pomeriggio di fine giugno in onore della prima fioritura della stagione.
 
DI SÉ RACCONTA Sono di Pescara ed ho iniziato ad appassionarmi alla fotografia circa quattro anni fa, completamente autodidatta. Ho scattato le prime foto con una piccola compatta e sono passata a una reflex. La fotografia è riuscita a insegnarmi a guardare il mondo con occhi diversi e a scoprire il bello dietro ad ogni cosa. Tra alti e bassi, distaccamenti e ritorni di fiamma, la macchina fotografica è quasi sempre con me.

Vista di Margherita1977(Margherita Vitagliano)
Due donne guardano la vita con la stessa emozione a dispetto della differenza d'età.
 
DI SÉ RACCONTA Amo fotografare e cerco di esprimere ciò che sono io e che vedo negli altri. Cerco di raccontare i sentimenti e, ultimamente in modo particolare, il dolore. Amo anche fotografare mani che si toccano, si sfiorano, che si stringono, che fanno, o si chiudono, come se tutto passasse attraverso di loro.

Na' tazzuliell e' café di micio1964 (Vittorio Gatti)
La foto è stata scattata nel bar di fianco alla Basilica di Superga a Torino. Sono piacentino ma tifoso del Torino e quando vado in quella città una visita alla Basilica non può mancare. Come ho detto al barista: «Un caffè così riempie il gusto e la vista. È un peccato berlo».
 
DI SÉ RACCONTA Oltre alle foto ho la passione del teatro dialettale e recito in una compagnia piacentina.

Il gusto della frutta di roby13 (Roberto Toffanin)
Era marzo dell'anno scorso, mi trovavo in un mercato di Barcellona, viaggio regalato a me e a mia moglie dai nostri figli. Sono rimasto colpito nel vedere tanta frutta in mesi ancora freddi in quasi tutta Europa. La miglior cosa da fare era scattare una foto e portarla a casa per ammirarla.
 
DI SÉ RACCONTA Abito a Pordenone, sono pensionato con la passione delle foto e scatto foto a tutto quello che mi piace e mi incuriosisce. Sono anche volontario della Croce Rossa Italiana.

Accarezzando il futuro di rottvile (Emmanuele Baldassarre)
Ho scattato questa foto in un parco pubblico sul lago di Lugano, cogliendo un momento in cui una giovane coppia attraverso uno dei cinque sensi, il tatto, cercava di carpire i primi segnali del loro sogno, del loro futuro bimbo. È una carezza che esprime amore, affetto, protezione, impazienza, ma soprattutto curiosità. La curiosità che non esisterebbe senza la conoscenza che avviene per mezzo dei nostri sensi.
 
DI SÉ RACCONTA Nato nel 1975 in Puglia e residente in Lombardia, mi sono avvicinato alla fotografia da autodidatta. Adoro fotografare panorami e ritratti, ma trovo che l'essenza della fotografia sia cogliere l'attimo che genera forti sensazioni. La mia attività di architetto mi porta ad apprezzare nelle foto le geometrie, le forme e i colori, ma niente dà più soddisfazione che scattare nel momento giusto e catturare quello che sfugge ai più.

Sul filo della corda di salvobigna (Nicolò Bignardelli)
25 Settembre 2011: la foto ritrae un momento del concerto dedicato alle opere di Mozart che ha avuto luogo nell’incantata cornice del Chiostro del Complesso Monumentale S. Anna a Palermo. Qui si è svolto il Primo Festival Internazionale Palermo Classica Arte e Musica con l'intento di coniugare le arti sonore a quelle visive (argomento a me molto caro) mediante la proiezione di diapositive su grande schermo durante il concerto. Con questo scatto ho voluto evidenziare l'insieme del movimento delle mani e degli archetti sui rispettivi violini, momento che ho a lungo ricercato durante tutto lo svolgimento del concerto.
 
DI SÉ RACCONTA 16 marzo 1960, amante da sempre delle arti grafiche e di acquerello, ho trovato nella fotografia un modo per coniugare tutto ciò. Apprezzo molto l'uso della tecnica ma ritengo che la capacità di composizione, la fantasia e l'estro siano altrettanto necessari affinché un semplice scatto possa lasciarci dentro un'emozione. Ascolto molta musica, soprattutto jazz, sono particolarmente attratto dal surrealismo e mi piace la buona cucina.

Incontro ravvicinato di seagatefree (Youssef Amaaou)
Essaouira, la città dei venti, dove la solitudine può incontrare un’anima in volo e farsi trasportare dalle correnti del tempo.
 
DI SÉ RACCONTA Ho trentacinque anni, sono nato a Casablanca, Marocco. Sono apassionato di viaggi e fotografia.

Mani sapienti di sedmant (Sedicina Sabrina Mantovanelli)
Questa foto è stata scattata durante una fiera dell'artigianato, dove sono stata colpita dal modo di lavorare la lana come si faceva una volta. È stato un piccolo ritorno al passato.
 
DI SÉ RACCONTA Non mi reputo fotografa, non ho scuola né tecnica ma tanta passione. La foto per me è fermare con una memoria alternativa quell’attimo che altrimenti potrebbe andare perso per sempre,

Contatto rovente di vaelena
Un attimo rubato, uno scatto bollente. Il calore della fiamma che scalda l'anima e appaga i sensi. Questa foto è stata scattata a Bra in provincia di Cuneo, in occasione di un ritrovo di artisti di strada di qualche anno fa.

Gioia per l'olfatto, in bella vista di veredany(Daniela Mariotto)
Ho fatto questa foto grazie al mio... naso! Mi trovavo in gita a Cannes, in Costa Azzurra, durante il periodo di Capodanno, e mentre mi aggiravo in un mercatino di zona un profumo intenso mi portò direttamente a delle bancarelle meravigliose piene di fiori e la foto fu inevitabile.
 
DI SÉ RACCONTA Nata l’1 aprile, quindi “arietaccia” pura. Vivo nel torinese, sono curiosa e fantasiosa, amo i gatti, mi piace coltivare le orchidee. Mio marito tanti anni fa mi regalò la prima fotocamera e da quel momento cominciò questa bellissima passione che mi permette di immortalare cose e sensazioni della vita che amo.

Che gusto!, una foto di Flavia Franceschini (flaviaf). Ebanista e intagliatrice dal 1980, ha partecipato a numerosi simposi di scultura in legno ed esposto in collettive e personali in Italia e all'estero: scultura, pittura, scenografia teatrale, tecniche calcografiche ed elaborazioni digitali... ma fotografa per passione, con poca tecnica e senza strumenti raffinati.