Speciale
Domande e Risposte
Curiosità

Gli arbitri di calcio bassi sono più severi?

Volete sapere l'ultima sugli arbitri di calcio? Alcuni ricercatori si sono messi a studiare la loro "cattiveria" in relazione alla loro statura!

Poveri arbitri. Non solo fanno un mestiere per il quale raccolgono insulti dall'una e dall'altra tifoseria a seconda di come si "comportano" in campo con la loro squadra del cuore, ma adesso sono anche stati "catalogati" scientificamente a seconda del livello di "cattiveria" arbitrale.

Lo hanno fatto dei ricercatori inglesi con uno studio (pubblicato su BMC Psychology) sul comportamento degli arbitri di calcio in relazione all'altezza e all'età: ebbene, quelli di bassa statura sarebbero più "cattivi" dei colleghi spilungoni.

Lo studio si è concentrato su 61 arbitri di calcio di quattro diversi campionati professionistici inglesi, di età compresa tra i 26 e i 53 anni e con un'altezza media di 1,76 metri. Mettendo in relazione l'altezza con i comportamenti punitivi, si è notato che i più bassi sono mediamente più severi - più propensi a tirar fuori il cartellino giallo.

Fallo! Il numero dei falli e delle espulsioni, invece, è risultato più o meno uguale per tutti, variando tuttavia in base al campionato di appartenenza (anche se con maggiore severità nelle serie minori). Oltre alla bassa statura dei direttori di gara, però, lo studio ha rilevato che la severità è anche una questione di età: quelli più giovani, e quindi meno esperti, estraggono più facilmente dalla tasca i tanto temuti cartellini. Insomma, i giocatori più indisciplinati ora sono avvisati anche dalla scienza.

 

20 luglio 2020
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us