Siamo ancora qui

rtr3az1y
|© Jon Nazca/Reuters
Siamo ancora qui, in barba alla fine del mondo prevista dal calendario Maya. Ma chi ci credeva davvero? Troppo facile chiederlo oggi, siamo d'accordo. Certo è che tra sondaggi, rivelazioni, smentite (Focus aveva già spiegato perchè c'era da stare tranquilli), suggerimenti su come sopravvivere a chissà quale evento catastrofico, spostamenti della data in avanti e indietro, festeggiamenti faraonici e guide turistiche sui luoghi dove rifugiarsi, da mesi l'evento ha attirato l'attenzione un pò di tutti, anche dei più scettici (non è la prima e nemmeno l'unica: da Nostradamus ai Testimoni di Geova, scopri quali sono le 5 più curiose fini del mondo mai avverate).
Archiviata l'ombra dell'Apocalisse, da oggi possiamo tornare a pensare alle questioni quotidiane, dal Natale alle proteste, come quella dei medici di Malaga (nella foto) che manifestano contro la privatizzazione del settore sanitario e i tagli dei posti di lavoro previsti dal governo spagnolo.
22 Dicembre 2012 | Rebecca Mantovani