Curiosità

Dal Giappone la banana con la buccia che si mangia

Il frutto ottenuto grazie a una tecnica di congelamento preventivo, che ne rende l'esterno morbidissimo (e molto zuccherino). Ma è ancora una prelibatezza per pochi.

La maggior parte dei banani nel mondo cresce a temperature di circa 27 °C, ma un'azienda del sud del Giappone sta andando controcorrente. La D&T Farms, nella prefettura di Okayama, tiene le piante congelate a -60 °C, per poi ripiantarle in ambienti a 27 °C, dove a quel punto crescono molto rapidamente. Lo sbalzo di temperatura e la crescita veloce producono una banana con una buccia morbida, sottile, dolce, che non matura interamente ed è piacevole da mangiare insieme alla parte regolare del frutto.

stranezza esclusiva. La tecnica chiamata "freeze thaw awakening" (che si potrebbe tradurre con "congelare, scongelare, risvegliare") produce una varietà di banana detta Mongee, ora disponibile in una rete regionale di negozi ad Okayama, al prezzo astronomico di 6 dollari (4,8 euro) a banana. Le disponibilità di questi frutti è ancora limitata, ma l'azienda ha intenzione di espandersi: attualmente il Giappone, come molti Paesi nel mondo, importa il 99% delle banane che consuma.

Di che cosa sa? Intanto l'azienda ha fatto sapere che il frutto è coltivato senza pesticidi e che rispetto alle banane tradizionali apporta alcuni nutrienti extra (buoni o cattivi) come il triptofano, un amminoacido essenziale, vitamina B6, magnesio, zinco e molto zucchero: la Mongee è più piccola delle banane comuni, ma contiene 24,8 grammi di zucchero, contro i 18 grammi in media di questi frutti. Chi ha assaggiato la banana con la buccia sostiene che abbia un sapore marcatamente tropicale, che ricorda quello dell'ananas.

30 gennaio 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us