Focus

Da dove nasce il termine quorum?

Se ne sente parlare a ogni referendum, ma ormai si è persa la memoria dell'origine del termine.

senzatitolo-1_preview
Nei referendum, si vota per approvare con un “Sì” l’abolizione di una parte di una legge. Chi vuole che resti com’è vota “No. |

Questo termine è associato soprattutto ai referendum. Perché un referendum abbia valore è necessario che i votanti superino il 50 per cento degli aventi diritto. La parola latina quorum significa infatti “dei quali”, sottintendendo “è necessaria la presenza” alla votazione o, più in generale, a una riunione o a un’assemblea (per esempio di un’azienda). Questo tipo di quorum è detto “strutturale”.

 

Il quorum è stato usato per spingere all’astensione i cittadini contrari al referendum, falsando così i risultati. Per questo, da più parti, è stato proposto di abolirlo.

 

Esiste poi il quorum “funzionale”, che indica il numero di voti o la percentuale minima perché sia approvata una delibera o nominato un candidato.

 

Guida essenziale al referendum del 17 aprile 2016

 

16 aprile 2016