Curiosità

Concerto per pianoforte volante

Si vede che suonare in posti "normali" non lo soddisfa. Così questo pianista tedesco sale su un... tappeto volante e si esibisce da lì!

Che ci fa un pianista col suo strumento, su una piattaforma, sospeso a centinaia di metri da terra? Suona! E non c'è nulla di strano, perché il suo tour di concerti, "Orange Piano Tour", si tiene rigorsamente in luoghi "eccezionali".
Il protagonista si chiama Stefan Aaron, un musicista tedesco che, prima di quest'ultima tappa (nei dintorni di Monaco di Baviera) col suo pianoforte arancione si era già esibito sulla vetta dell'Alphubel (oltre 4 mila metri, Svizzera), sulla Grande Muraglia cinese e nello scenario mozzafiato di una falesia norvegese (Preikestolen) alta più di 600 metri.
Uno dei suoi pezzi cavallo di battaglia si intitola "Doing the undoible", che si potrebbe tradurre "realizzare l'irrealizzabile" (tutto un programma!).
La prossima tappa? Non l'ha ancora programmata, ma accetta proposte...

Ecco le foto del pianoforte volante!
VAI ALLA GALLERY (N foto)

24 luglio 2014 Roberto Graziosi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us