Curiosità

Come si fa a camminare su una fune?

È importante tenere lo sguardo fisso in avanti e le braccia allargate.

«Ogni pensiero sul filo è una caduta in agguato». Lo sostiene Philippe Petit, francese, autore del Trattato di funambolismo e uno dei più grandi funamboli di tutti i tempi. Per lui, che ha camminato su funi tese tra i campanili di Notre Dame, tra le Twin Towers e sulle Cascate del Niagara, la distrazione è letale.

Ma per tantissimi che, con la moda della slackline (un nastro in nylon, più largo della fune), hanno provato a cimentarsi in quest’arte circense, compiere pochi passi senza cascare – a poche decine di centimetri da terra – sarebbe un successo.

Come si fa a.... È il tema del numero autunnale di Focus Domande e Risposte. Lo trovi in edicola, curioso, divertente e stupefacente come sempre. Scopri l'anteprima.

Come si fa? Petit suggerisce di cominciare da fermi, con un piede solo sulla fune (scalzo, o con calze o scarpe sottili): la sensibilità è fondamentale. La fune vibra, la slackline ondeggia: è normale, è il corpo che cerca equilibrio. Meno lo si trova e più il tremolio è forte. L’obiettivo è resistere almeno 10 secondi, per poi esercitarsi sull’altra gamba. Tutti hanno il proprio piede migliore, che diventerà il piede di appoggio.

sospesi su una corda. La camminata vera e propria arriverà in seguito perché, come afferma Petit, “sarà una successione di equilibrio: su un piede, poi sull’altro”. Le cadute sono inevitabili, ma occorre da subito resistere il più possibile.

Gli istruttori di slackline suggeriscono altri trucchetti. Usare corde molto corte o far sedere un compagno sulla linea per smorzarne le oscillazioni. Ma anche tenere lo sguardo fisso in avanti, piegare le gambe per abbassare il baricentro e bilanciarsi allargando le braccia sopra le spalle. È fondamentale cercare l’equilibrio a ogni passo e fare più allenamento possibile. Meglio pochi passi, ma restare sulla fune più a lungo. Se proprio non si riesce, provate a dare una mano a un compagno, poi solo un dito e infine camminate... da soli!

4 novembre 2015
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us