Curiosità

Come sarebbe il mondo se ogni paese avesse 100 milioni di abitanti

Proviamo a ridistribuire la popolazione mondiale in modo che ogni stato abbia lo stesso numero di occupanti. I confini politici subirebbero una vera rivoluzione.

Immaginate di ridisegnare il planisfero politico annullando gli squilibri per densità della popolazione tra un paese e l'altro. Un utente di Reddit (nickname: DMan9797) l'ha fatto davvero. Il risultato è una mappa mondiale completamente stravolta, anche se alcune differenze sono più difficili da notare a prima vista.

40 (e più) carte geografiche che non vi hanno fatto vedere a scuola
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Una geografia da riscrivere
Nella carta che vedete, i confini politici sono stati modificati per fare in modo che ogni paese abbia la stessa popolazione di 100 milioni di abitanti (equivalente, più o meno, a quella delle Filippine). Il risultato è che alcuni piccoli stati, o parti di essi, vengono accorpati con le nazioni confinanti per cercare di raggiungere quel valore; la stessa sorte tocca a grandi paesi scarsamente popolati come Canada, Alaska e Groenlandia.

Altri paesi densamente popolati, come India e Cina, risultano divisi in un mosaico di staterelli di ridotte dimensioni e decisamente sovraffollati. E l'Italia? Per trovare i 40 milioni di abitanti che le mancano sembra aver inghiottito parte della Francia, della Svizzera e della Slovenia, spingendosi fino alla Spagna a ovest e fino alla Croazia a est. Potete osservarla lì in mezzo, in rosso.

Ti potrebbero interessare anche:

Ora siamo in 7 miliardi. Ma quanti eravamo quando sei nato?
La demografia mondiale spiegata con carta igienica e pannolini
5 cose che forse non sai sulle mappe
La crescita della popolazione mondiale spiegata con le scatole Ikea

Le case formicaio di Hong Kong
VAI ALLA GALLERY (N foto)

21 febbraio 2014 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us