Curiosità

Chi fu il primo atleta dopato della storia (o meglio, il primo a farsi beccare...)?

Vi raccontiamo la storia del primo atleta dopato dello sport. O meglio, quello che è stato "pizzicato" per primo...

Il primo caso di doping, “ufficiale” e documentato, nella storia dello sport si ebbe durante le Olimpiadi di Roma 1960 ed emerse in modo del tutto casuale, nonché tragico. Il protagonista fu il ciclista danese Knud Enemark Jensen, vittima di una caduta (foto in alto) nel corso della 100 km a squadre, che ne provocò la morte. I medici che eseguirono l’autopsia trovarono nel corpo dell’atleta una serie di stimolanti illegali, prevalentemente anfetamine e alcol nicotinico.

Sbronza imprudente. Il primo sportivo a essere squalificato per doping fu invece uno svedese, il pentathleta Hans-Gunnar Lijenwall che, nel corso dei Giochi olimpici di Città del Messico nel 1968, fu trovato positivo… all'alcol!

La colpa dell’atleta era stata quella di aver alzato un po’ troppo il gomito prima dell’evento, ma questa era una pratica diffusa tra i tiratori, in quanto bere tanta birra li aiutava a distendere i nervi prima della gara. Una volta scoperto, però, sia lui sia i suoi compagni persero il bronzo conquistato nella competizione a squadre.

12 agosto 2017
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us