Che cosa è più raro dell'aver camminato sulla Luna?

Dodici persone fino a oggi hanno messo piede sul suolo lunare. Scommettiamo che riusciamo a trovare 11 imprese ancora più "impossibili" e per pochi?

610213main_s73-22871_full-copiacon_h_12.00048050-copiacon_h_5.00745344-copiacorbis_42-26728101-copiacon_h_3.01074530-copiacon_h_3.01137404-copiacorbis_42-23598834-copiastray-copiacon_h_5.00716837-copiacon_h_24.539806-copiareu_rtx1jfjp-copiacon_h_7.14277945-copiaApprofondimenti
610213main_s73-22871_full-copia

12 persone soltanto hanno camminato sulla Luna, nel corso delle missioni Apollo. Senza dubbio, uno dei traguardi più rari che un essere umano - e persino un astronauta - possa raggiungere. Ma non il più arduo in assoluto: scommettete che ci sono primati ancora più difficili da inanellare? Dopo aver sfogliato questa fotogallery, le passeggiate lunari vi sembreranno tutto sommato una cosa non così eccezionale (nella foto: l'astronauta della Nasa Harrison H. Schmitt, dodicesimo e ultimo astronauta ad aver messo piede sulla superficie lunare. Era il 1972).

con_h_12.00048050-copia

11 persone soltanto, fino ad oggi, sono state insignite del prestigioso titolo di Prima Ballerina Assoluta. Si tratta di un riconoscimento dato, molto di rado, alle danzatrici la cui bravura si distingue, per eccezionalità, dal talento di tutte le altre prime ballerine della propria generazione. Oggi il titolo viene assegnato per lo più come riconoscimento di una prestigiosa carriera internazionale. Nella foto con Rudolf Nureyev, la danzatrice inglese Margot Fonteyn, che ricevette l'onore nel giorno del suo 60esimo compleanno, nel 1979. Anche l'italiana Alessandra Ferri ha ricevuto lo stesso riconoscimento, nel 1992.

con_h_5.00745344-copia

10 persone solamente, al mondo, hanno vinto un torneo di scacchi con punteggio pieno, dopo che il campione tedesco Gustav Neumann lo fece nel 1865. Ci riuscì, nel 1963-'64, lo scacchista americano Bobby Fischer, che totalizzò un punteggio di 11/11 durante i campionati americani. L'ultimo a compiere l'impresa è stato il campione ucraino Alexander Beliavsky, nel 1978.

corbis_42-26728101-copia

9 persone hanno vissuto senza cervelletto. L'ultima ad essere scoperta è stata una ragazza cinese di 24 anni, che nel 2014 si è recata in ospedale lamentando nausea, vertigini e difficoltà di equilibrio. Una risonanza magnetica ha svelato l'arcano: la giovane aveva vissuto fino a quel momento senza questa parte del cervello situata nella fossa cranica posteriore, alla quale dobbiamo, per esempio, l'apprendimento del linguaggio e buona parte del controllo motorio. Infatti, la ragazza aveva iniziato a camminare a 7 anni e dire frasi di senso compiuto a 6. In genere, comunque, si scopre la mancanza di questa parte di cervello solo dopo la morte, con un'autopsia. Il numero potrebbe quindi essere destinato a salire.

con_h_3.01074530-copia

8 persone soltanto, finora, hanno ottenuto la cittadinanza onoraria degli Stati Uniti per meriti eccezionali: il primo fu, nel 1963, Sir Winston Churchill; dopo di lui, Madre Teresa (l'unica oltre a Churchill a ottenerla ancora in vita), il diplomatico svedese Raoul Wallenberg; i fondatori della Pennsylvania William e Hannah Penn; e gli europei Gilbert du Motier, Casimir Pulaski e Bernardo de Gálvez, per aver combattuto nella Guerra di Indipendenza americana. Gli altri, devono seguire le normali procedure burocratiche.

con_h_3.01137404-copia

7 persone hanno corso i 100 metri in meno di 9,8 secondi. E sono tutti vivi, tutti uomini e tutti provenienti da due paesi soltanto: Giamaica e Stati Uniti. La prima ha dato i natali a Usain Bolt (9,58 secondi), Yohan Blake (9,69), Asafa Powell (9,72) e Nesta Carter (9,78). Tra gli americani troviamo invece Tyson Gay (9,69), Justin Gatlin (9,74), e Maurice Green (9,79). Il duro allenamento in questi casi non basta: sembra che la capacità di correre a queste velocità sia scritta anche nei geni. Come dire, se non vi siete accorti di questa dote finora... è più facille che possiate camminare sulla Luna.

corbis_42-23598834-copia

6 persone sono sopravvissute al virus della rabbia (nella foto), senza vaccino, grazie al protocollo di Milwaukee, un trattamento sperimentale per curare l'infezione negli esseri umani. Questo trattamento consiste nell'indurre il coma farmacologico in chi presenta i sintomi della malattia e nel mentre somministrargli massicci trattamenti antivirali. Fu sviluppato dal medico statunitense Rodney Willoughby, Jr dopo la guarigione, con questa terapia, di una giovane donna infetta. Normalmente la rabbia si combatte con vaccini pre e post esposizione al virus.

stray-copia

5 persone hanno messo piede finora su 83-42, un'isola rocciosa di 35 m per 15 situata al largo della costa settentrionale della Groenlandia, a 699 km dal Polo Nord. Sarebbe questo il territorio stabile (cioè non fluttuante e temporaneo) più vicino al Polo Nord: lo dimostra la presenza di licheni trovati sull'isola nel 1998, quando fu scoperta da Dennis Schmitt e Frank Landsberger (l'isola che prende il nome dalla sua latitudine, è infatti anche chiamata isola di Schmitt). Quella che vedete è invece l'isola di Stray Dog West, 83º40'30" di latitudine. Altri rifugi da perfetti eremiti

con_h_5.00716837-copia

4 persone hanno vinto 2 Premi Nobel. Sono Marie Curie (nella foto - per la Fisica, nel 1903 e per la Chimica nel 1911); John Bardeen (per la Fisica nel 1956 e nel 1972); Linus Pauling (per la Chimica nel 1954 e per la Pace nel 1962); e Frederick Sanger (per la Chimica nel 1958 e nel 1980). Per vincere un Nobel bisogna diventare davvero ferratissimi in un ambito della Scienza. Per vincerne due be'... vi ricordate quel discorso della Luna? Quando il Nobel è una questione di famiglia: guarda

con_h_24.539806-copia

3 persone hanno rifiutato un Oscar. Così poche perché per rifiutare un Premio Oscar, bisogna prima di tutto vincerne uno. L'ultimo in ordine di tempo è stato comunque Marlon Brando, che dopo aver vinto quello come miglior attore per il film Il Padrino, nel 1973, mandò a declinare il riconoscimento Sacheen Littlefeather, attrice e attivista per i diritti dei nativi americani, che fece un discorso su come i nativi americani venivano trattati nell'industria del cinema. Prima di lui rifiutarono l'attore americano Oscar George C. Scott (lo vinse nel 1971 e mandò all'Academy una lettera in cui diceva di non sentirsi in competizione con gli altri attori); e lo sceneggiatore e regista Dudley Nichols, che lo boicottò nel 1936.

reu_rtx1jfjp-copia

2 persone nate nel 1800 sono ancora vive. Una è la newyorkese Susannah Mushatt Jones, la persona più vecchia del mondo che ha spento, a luglio, 116 candeline. L'altra è l'italiana Emma Morano, di Civiasco, Piemonte, che con i suoi 115 anni è la signora più longeva di Italia ed Europa. Seguono la giamaicana Violet Brown e il giapponese Yasutaro Koide, nati entrambi, però, nel secolo successivo (1900 e 1903). Gli animali più longevi del Pianeta

con_h_7.14277945-copia

1 persona soltanto ha camminato tra le Torri Gemelle in equilibrio sopra a un filo: è il francese Philippe Petit - qui lo vediamo allenarsi sopra alla cattedrale di San Giovanni il Divino, sempre a New York - che nell'agosto 1974, a soli 18 anni, compì l'impresa in 45 minuti, dopo aver sognato di fare questa camminata da quando aveva appreso della futura costruzione dei grattacieli (Guarda il vide0). Un bellissimo documentario girato nel 2008, Man on Wire, racconta la vicenda e i sotterfugi necessari per tendere il filo. Sfortunatamente, il suo record non è, per ovvi motivi, più battibile. Lo svizzero Freddy Nock ha però sottratto a Petit il record per la camminata su filo più alta, portandolo a 3.532 metri. Come si fa a camminare su una fune?

12 persone soltanto hanno camminato sulla Luna, nel corso delle missioni Apollo. Senza dubbio, uno dei traguardi più rari che un essere umano - e persino un astronauta - possa raggiungere. Ma non il più arduo in assoluto: scommettete che ci sono primati ancora più difficili da inanellare? Dopo aver sfogliato questa fotogallery, le passeggiate lunari vi sembreranno tutto sommato una cosa non così eccezionale (nella foto: l'astronauta della Nasa Harrison H. Schmitt, dodicesimo e ultimo astronauta ad aver messo piede sulla superficie lunare. Era il 1972).