Curiosità

Che cos'è il jamais vu? Il contrario del déjà vu (ed è più inquietante)

Avete mai provato la brutta sensazione di non riconoscere una situazione famigliare? In francese si dice jamais vu, ed è uno dei tanti scherzi del cervello.

Quella sensazione di improvvisa estraneità rispetto a qualcosa, o a qualcuno, che dovrebbe essere familiare è il cosiddetto il jamais vu (in francese "mai visto"), l'opposto del déjà vu: si tratta di un corto circuito della memoria ancora più raro e disorientante. Ne fanno esperienza, per esempio, i musicisti quando si perdono nel passaggio di un brano che conoscono alla perfezione, e potreste averlo provato anche voi leggendo una parola arcinota come se la vedeste per la prima volta. L'ipotesi prevalente è che il jamais vu sia una sorta di verifica della realtà con la quale il cervello segnala che un compito è diventato troppo automatico, e di conseguenza ridirige l'attenzione su quello che si stava facendo dopo che una sua eccessiva rappresentazione l'aveva reso quasi senza senso.

Jamais vu in laBORtorio. I neuroscienziati delle Università di Grenoble (Francia) e St. Andrews (Uk) sono riusciti a indurre il jamais vu in laboratorio facendo scrivere ripetutamente le stesse parole a un gruppo di volontari: i due terzi dei partecipanti (in circa un terzo delle prove) si sono dovuti fermare perché avevano riportato "esperienze peculiari" dopo una trentina di ripetizioni, come se, a furia di usarla, quella parola fosse diventata del tutto aliena e avesse perso significato. Lo studio è valso agli scienziati l'IgNobel per la Letteratura.

Tratto dallo speciale di Focus Domande&Risposte. Leggi il nuovo Focus in edicola!

8 dicembre 2023 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us