Speciale
Domande e Risposte
Curiosità

Ci sono carrelli della spesa che ti fanno risparmiare?

I carrelli della spesa tradizionali possono farci spendere di meno perché, per spingerli, dobbiamo usare i muscoli del rifiuto...

I carrelli della spesa dei supermercati non sono tutti uguali, e non è solo questione di "più grandi" o "più piccoli": ce ne sono alcuni che - grandi o piccoli - riescono a farci spendere un po' di meno sulla spesa! Lo ha dimostrato un team di ricercatori della City University di Londra mettendo a confronto i carrelli classici a spinta, quelli che manovriamo con un maniglione orizzontale unico, con altri che erano stati modificati per essere manovrati tramite due maniglie parallele laterali al carrello.

Alla larga dagli scaffali inutili. L'ipotesi dei ricercatori era che dovendo per forza manovrare con le mani i nuovi carrelli, queste fossero tenute più facilmente lontane dagli scaffali allestiti, per questioni di marketing, in base a diverse strategie che servono a farci comprare cose che in realtà in quel momento non ci servirebbero.

Errore... I dati hanno mostrato che con i carrelli "standard" si spende fino al 25 per cento in meno perché, per muoverli, attiviamo i tricipiti, che sono i muscoli che usiamo anche per spingere o scacciare qualcosa via da noi, e che quindi il cervello interpreta come muscoli del rifiuto, con il risultato che ci mettiamo nello stato d'animo di trattenerci da acquisti superflui.

I muscoli dello shopping. Con i carrelli a maniglie parallele e ancor più con quelli a traino dobbiamo invece usare i bicipiti, muscoli che servono per tirare o tenere qualcosa stretto a noi, quindi per avvicinare ciò che ci piace: gli autori dello studio li hanno poi ribattezzati muscoli dello shopping - quando li attiviamo, la voglia di comprare cresce in maniera irresistibile. E solo arrivati alla cassa, forse, ce ne rendiamo conto.

4 marzo 2022 Elena Meli
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us