Speciale
Domande e Risposte
Curiosità

Ci sono carrelli della spesa che ti fanno risparmiare?

I carrelli della spesa tradizionali possono farci spendere di meno perché, per spingerli, dobbiamo usare i muscoli del rifiuto...

I carrelli della spesa dei supermercati non sono tutti uguali, e non è solo questione di "più grandi" o "più piccoli": ce ne sono alcuni che - grandi o piccoli - riescono a farci spendere un po' di meno sulla spesa! Lo ha dimostrato un team di ricercatori della City University di Londra mettendo a confronto i carrelli classici a spinta, quelli che manovriamo con un maniglione orizzontale unico, con altri che erano stati modificati per essere manovrati tramite due maniglie parallele laterali al carrello.

Alla larga dagli scaffali inutili. L'ipotesi dei ricercatori era che dovendo per forza manovrare con le mani i nuovi carrelli, queste fossero tenute più facilmente lontane dagli scaffali allestiti, per questioni di marketing, in base a diverse strategie che servono a farci comprare cose che in realtà in quel momento non ci servirebbero.

Errore... I dati hanno mostrato che con i carrelli "standard" si spende fino al 25 per cento in meno perché, per muoverli, attiviamo i tricipiti, che sono i muscoli che usiamo anche per spingere o scacciare qualcosa via da noi, e che quindi il cervello interpreta come muscoli del rifiuto, con il risultato che ci mettiamo nello stato d'animo di trattenerci da acquisti superflui.

I muscoli dello shopping. Con i carrelli a maniglie parallele e ancor più con quelli a traino dobbiamo invece usare i bicipiti, muscoli che servono per tirare o tenere qualcosa stretto a noi, quindi per avvicinare ciò che ci piace: gli autori dello studio li hanno poi ribattezzati muscoli dello shopping - quando li attiviamo, la voglia di comprare cresce in maniera irresistibile. E solo arrivati alla cassa, forse, ce ne rendiamo conto.

4 marzo 2022 Elena Meli
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Albert Einstein amava la vita, la fisica e odiava le regole. Osteggiato in patria e osannato nel mondo, vinse molte battaglie personali e scientifiche. A cento anni dal Nobel, il ritratto del più
grande genio del Novecento che ha rivoluzionato le leggi del tempo e dello spazio. E ancora: la storia di Beppe Fenoglio, tra scrittura e Resistenza; l'impresa di Champollion, che 200 anni fa decodificò la stele di Rosetta e svelò i segreti degli antichi Egizi; contro il dolore, la fatica, la noia: le droghe naturali più usate nel corso dei secoli.

ABBONATI A 29,90€

Il sonno è indispensabile per rigenerare corpo e mente. Ma perché le nostre notti sono sempre più disturbate? E a che cosa servono i sogni? La scienza risponde. E ancora: pregi e difetti della carne, alimento la cui produzione ha un grande impatto sul Pianeta; l'inquinamento e le controindicazioni dell’energia alternativa per gli aerei; perché ballare fa bene (anche) al cervello. 

ABBONATI A 31,90€
Follow us