C'è un maiale (e un elefante) in metropolitana!

C'è uno zoo intero, tra i binari della storica "Tube" londinese. E non stiamo parlando dei topi che ogni tanto fanno capolino dalle gallerie. Ma di animali più particolari, il cui profilo immaginario si cela nelle mappe delle varie linee metropolitane. Li ha scoperti l'artista londinese Paul Middlewick.

iber_62145_webiber_62137_webiber_62144_webiber_62142_webiber_62143_webiber_62141_webiber_62146_webiber_62149_webiber_62140_webiber_62148_webApprofondimenti
iber_62145_web

Congiungendo a pennarello i tratti tra le diverse stazioni, l'illustratore londinese Paul Middlewick ne ha individuati 35, tutti buffissimi e subito apprezzati in Inghilterra e non solo.

iber_62137_web

A volte le idee migliori nascono guardando con occhi nuovi le realtà di tutti i giorni. Paul Middlewick ha iniziato a "vedere" i suoi animali durante uno dei tanti viaggi tra casa e l'ufficio nel 1988: il primo della serie è stato questo simpatico elefante.

Da Londra a Stoccolma, viaggio in una metropolitana fatta "ad arte"

iber_62144_web

Non tutti gli animali sono identificabili al primo colpo d'occhio. Per trovare questo pinguino per esempio, Middlewick ha dovuto immaginarselo sdraiato a pancia in giù, mentre scivola sul ghiaccio, al posto che nella classica posizione eretta.

Eleganti, rubacuori, giocosi... non perderti lo slideshow dedicato ai pinguini

iber_62142_web

Dagli anni Ottanta ad oggi le bestiole ne hanno fatta, di strada: recentemente sono divenute addirittura protagoniste di un libro richiestissimo in Gran Bretagna e nel resto d'Europa. Ma al momento il volume è esaurito e in attesa di ristampa.

iber_62143_web

«Abbiamo bisogno di un editore più grosso» ha detto l'illustratore, che proprio in questi giorni è ospite della Fiera del Libro di Francoforte.
Nella foto, un gatto acciambellato nei pressi della fermata Queen's Park.

Tutto quello che vorresti sapere sui gatti (e sui cani) a questo link

iber_62141_web

Gli animali di Middlewich hanno tutti nomi ispirati alle varie stazioni del metrò londinese. Questa per esempio, è Moorhen ("la gallina Moor", in inglese). Moor Park è infatti il nome di una fermata della Tube.

Scopri perché dare a qualcuno della "gallina" non è poi così offensivo

iber_62146_web

L'orso polare non poteva che trovarsi nei pressi della fermata di White Chapel (chiamata così per la presenza di una piccola cappella bianca dedicata alla Vergine Maria). Il quartiere omonimo, situato nella zona orientale della City, era la zona d'azione preferita del famigerato Jack lo Squartatore.

Tante altre foto e curiosità sugli orsi bianchi

iber_62149_web

L'aspetto fortemente simbolico di queste creature le ha rese molto popolari anche nel campo della pubblicità. Alcune sono state protagoniste degli spot dello Zoo di Londra o della metropolitana stessa. Altre come questa balena, hanno prestato la "faccia" a campagne di sensibilizzazione dell'IFAW (International Fund for Animal Welfare) contro il maltrattamento animale (in questo caso, contro la caccia ai cetacei).

Guarda anche un'altra divertente trovata commerciale "metropolitana"

iber_62140_web

Con le sue creature metropolitane, Middlewich ha anche creato una serie di magliette, cartoline e altri gadget, tutti disponibili sul sito animals on the underground.
Nella foto, un fenicottero comodamente appollaiato tra Oxford Circus e Piccadilly.

iber_62148_web

Non solo libri e pubblicità: Middlewich ha dichiarato di volersi lanciare anche nel campo dell'animazione. I personaggi hanno già una propria identità, caratterizzandoli un po' di più si potrebbe dar vita, per esempio, a una serie di cartoni animati. Le premesse per il successo, anche in questo caso, ci sono tutte. Staremo a vedere.

Il giro del mondo... in metropolitana: vai alla fotogallery

Congiungendo a pennarello i tratti tra le diverse stazioni, l'illustratore londinese Paul Middlewick ne ha individuati 35, tutti buffissimi e subito apprezzati in Inghilterra e non solo.