Billy, Bild, Klippan e gli altri mobili del gruppo Ikea...

Vi siete mai chiesti come mai la libreria in legno dell’Ikea si chiama “Billy”? Sarà un amico o un parente del fondatore? Niente di tutto questo.Tuttavia la scelta dei nomi dei prodotti dell’Ikea...

ikea

Billy, Bild, Klippan e gli altri mobili del gruppo Ikea...
Vi siete mai chiesti come mai la libreria in legno dell’Ikea si chiama “Billy”? Sarà un amico o un parente del fondatore? Niente di tutto questo. Tuttavia la scelta dei nomi dei prodotti dell’Ikea non è certo casuale. Ecco una piccola guida per capire come e da chi nasce di solito l’idea. Non perdetevi di seguito i video delle pubblicità proibite dell'Ikea.

La "famosa" libreria Billy. Ma come nascono i nomi dei
prodotti Ikea?

Chiunque abbia messo piede anche solo per una volta all’Ikea non può non essere rimasto colpito dal nome dei prodotti.
Divani, mobili, scaffali, letti e tavoli pranzo, librerie hanno strani nomi e spesso sono nomi di persona. Per quale motivo? Perché così si ricordano meglio.

Chi li sceglie?
I nomi vengono scelti da un team di persone che ha l’incarico di andare in giro nei paesi scandinavi a trovare nomi più curiosi di località e fiumi, oppure nomi di persona, cercando tra gli elenchi dei nuovi nati e altri ancora tra le professioni e nelle varie branche della scienza.
E la cosa più curiosa, ma assolutamente impercettibile per chi non conosca lo svedese o il finalndese, è che ogni tipologia di prodotto ha la sua categoria di nomi.

A ciascuno il suo termine

Ci sono prodotti che si “ispirano” nella maggior parte dei casi alle professioni, come le librerie. Le cucine e gli articoli da cucina spesso - anche se non sempre - hanno nomi di spezie, erbe o ingredienti. Tutti i nomi degli accessori per il bagno fanno riferimento a mari, fiumi e località balneari.
E alcuni oggetti hanno anche un’identità di genere: sedie e scrivanie hanno nomi maschili, mentre le tende e i tessuti nomi femminili; gli utensili da giardino prendono il nome dalle isole svedesi.Termini che derivano dal mondo della musica, della chimica e della meteorologia e perfino dalla nautica sono attribuiti ai prodotti per l’illuminazione.
Lenzuola e cuscini hanno nomi evocativi (per chi ovviamente può capire!): fiori, piante e pietre preziose, gli animali invece sono il serbatoio di nomi per gli articoli per l’infanzia. Alcune espressioni colloquiali sono scelte per scatole, decorazioni, cornici e orologi.

Chi è il signor Ikea
E per finire se vi state chiedendo perché si chiama Ikea, sappiate che fiori, professioni e fiumi non c’entrano. Il nome del gruppo è semplicemente l’acronimo delle iniziali del fondatore, lo svedese Ingvar Kamprad, aggiunte alle iniziali del luogo dove è nato e cresciuto: Elmtaryd, una fattoria che si trova a Agunnaryd, una ridente località svedese.

Crea i tuoi mobili
Finalmente tutti possono creare da soli i nomi dei mobili Ikea. Basta collegarsi a Ikea Name Generator scrivere un nome in italiano e "magicamente" comparirà il "nome Ikea" corrispondente.

Guarda i video di alcune delle pubblicità proibite dell'Ikea:

04 Aprile 2007