Focus

Il mini Papa e gli altri bambini (disperati) in braccio ai potenti

Dall'ultimo bimbo in lacrime tra le braccia di Papa Francesco ai bebè terrorizzati affidati ad Obama, Bush, Chavez e Merkel: una carrellata di foto buffe di potenti e pontefici alle prese con giovanissimi e inconsapevoli supporter.

Perché i bambini hanno paura del buio?
E come reagiamo quando prendiamo uno spavento?

Un papa in miniatura in una valle di lacrime, in braccio al Pontefice in persona. Questa foto, scattata mercoledì all'udienza generale di Papa Francesco, ha fatto il giro del mondo. Complice la concomitanza del carnevale, il bambino si era travestito come il personaggio dell'anno. Ma al momento di incontrare il suo idolo deve essersi un po' spaventato.

Il giovane "clone" papale è solo l'ultimo di una lunga serie di bebè messi in fretta e furia in braccio a pontefici, politici e potenti: nel primo caso, per ricevere una benedizione speciale, negli altri - spesso - per un po' di pubblicità in campagna elettorale. Ecco le foto più divertenti degli impauriti baby fan.

Come tutti i Papi, anche Francesco non è nuovo all'incontro con bimbi singhiozzanti... eccolo durante l'udienza generale a Roma di mercoledì 18 febbraio.

E qui a dicembre, nella Cappella di Santa Marta, con un interlocutore un po' meno impaurito.

Il suo predecessore, Benedetto XVI, con una bimba tedesca (indecisa sul da farsi) ad Erfurt, in Germania, nel 2011.

Di nuovo Papa Benedetto, questa volta a San Pietro, a maggio 2012.

Quella orchestrata come un'abile mossa elettorale può trasformarsi in un clamoroso autogol: perché è naturale che un bambino, messo in braccio a uno sconosciuto e investito dai flash dei fotografi, scoppi in lacrime. Qui un celebre scatto di George W. Bush in Germania, nel 2006. Non sembra molto a proprio agio.

Stessa identica scena, qualche anno più tardi, per il compagno di partito Mitt Romney, in corsa per le Presidenziali. La storia è nota: non andò benissimo.

Altra bimba, altri pianti. Cambia solo l'angolazione.

Ad Obama sembra andare un po' meglio, anche se questa sua giovane supporter fotografata nel 2007 pare un po' perplessa.

Le leader donne non sembrano più fortunate: qui Hillary Clinton durante la corsa per le presidenziali nel 2008.

Angela Merkel con una bimba di sei mesi alle celebrazioni del decimo anniversario di un'associazione per l'assistenza alle giovani famiglie, nel 2012.

Hugo Chavez nel 2012, un anno prima della morte, a un rally automobilistico a Maracay (a un centinaio di chilometri da Caracas) con una terrorizzata amica.

Una spaventatissima bambina polinesiana accoglie l'ex presidente francese Jacques Chirac a Bora-Bora. Lo scatto è del 2003.

Il Principe Harry sembra cavarsela un po' meglio con i bebè. Se non altro, questo non ha ancora iniziato a piangere.

Un papa in miniatura in una valle di lacrime, in braccio al Pontefice in persona. Questa foto, scattata mercoledì all'udienza generale di Papa Francesco, ha fatto il giro del mondo. Complice la concomitanza del carnevale, il bambino si era travestito come il personaggio dell'anno. Ma al momento di incontrare il suo idolo deve essersi un po' spaventato.

Il giovane "clone" papale è solo l'ultimo di una lunga serie di bebè messi in fretta e furia in braccio a pontefici, politici e potenti: nel primo caso, per ricevere una benedizione speciale, negli altri - spesso - per un po' di pubblicità in campagna elettorale. Ecco le foto più divertenti degli impauriti baby fan.