Curiosità

Il più antico utensile mai ritrovato ha 3,3 milioni di anni

In una regione del Kenya una scoperta casuale sposta indietro di 700.000 anni età dei primi strumenti costruiti intelligentemente.

Ha 3 milioni e 300.000 anni il più antico arnese mai usato dai nostri antenati: è di 700.000 anni più vecchio di quello di cui si aveva conoscenza fino ad oggi. Se la scoperta verrà confermata avremo la certezza che gli Australopitechi, a cui appartiene anche la nota Lucy, sapevano utilizzare attrezzi di pietra, seppur rudimentali.

La scoperta è di Sonia Harmand, della Stony Brook University di New York, che ha studiato reperti che arrivano dal sito noto come Lomekwi 3 che si trova a ovest del lago Turcana, in Kenya. Il luogo si trova a circa 1.000 km di distanza da Olduvai Gorge (Tanzania) dove erano stati ritrovati strumenti vecchi di 2,6 milioni di anni e finora ritenuti i più antichi.

I PRIMI INDIZI NON CONFERMATI. In realtà nel 2010 ricercatori che lavoravano nel sito di Dikika (Etiopia), avevano trovato - insieme a resti di un bambino - fossili di animali che sembravano essere stati raschiati da oggetti di pietra. I resti fossili erano stati datati a 3,4 milioni di anni, ma l'ipotesi dell'uso di attrezzi fu accantonata dalla comunità scientifica, perché non furono trovati oggetti.

Lucy, l'australopiteco più famoso, forse usava già strumenti da lei costruiti

La prova. Nel 2011 un gruppo di paleontologi di cui faceva parte anche Sonia Harmand che stava studiando un’area particolare del Kenya, semplicemente sbagliò strada nel corso di uno spostamento e finì in una zona che già a una prima occhiata si mostrava ricca di oggetti costruiti da mani intelligenti.

La paleontologa iniziò uno scavo e ben presto vennero alla luce scaglie di pietra di natura artificiale, e scoprì perfino i blocchi di pietra da cui erano state ricavate. A oggi sono stati scoperti oltre 20 oggetti staccati dalla roccia madre e che si possono definire in tutto e per tutto utensili di pietra. Una volta datati, ecco la sorpresa: la loro età risale a 3,3 milioni di anni.

Troppo vecchi per qualsiasi specie di Homo habilis. Quindi risulta assai probabile che chi lavorò quelle rocce fu un Australopiteco simile a Lucy o a un Kenyanthropus platyops, ominide vissuto in quelle regioni e che molti paleontologi considerano una varietà di Afarensis.

16 aprile 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us