Curiosità

Aborto nel mondo: come sono cambiate le opinioni dal 2014 a oggi

Diminuiscono le persone favorevoli all'aborto legale in Europa Occidentale (Italia esclusa), ma aumentano in Asia e America Latina: i risultati del sondaggio Ispos.

Negli ultimi tempi due Stati hanno preso decisioni opposte riguardo all'aborto: da un lato San Marino, dove - in ritardo di 43 anni rispetto all'Italia - l'aborto è stato legalizzato, abolendo così la pena fino a sei anni di reclusione per le donne che interrompevano la gravidanza entro la dodicesima settimana di gestazione; dall'altra il Texas, dove una legge l'ha dichiarato illegale dopo la sesta settimana di gravidanza. Un sondaggio condotto da Ipsos tra fine giugno e inizio luglio 2021 ha analizzato le opinioni del mondo riguardo all'aborto, rilevando un calo delle persone favorevoli nell'Europa Occidentale, e un aumento dei sì in Asia e America Latina.

Aborto 2014-2021
Le opinioni sull'aborto legale stanno cambiando: dal 2014 a oggi è cresciuto il consenso in Asia e America Latina, ed è diminuito in alcuni Stati europei. © Ipsos | Statista

In media, nel mondo sono più i favorevoli che i contrari: delle oltre 20.000 persone coinvolte (dai 16 ai 74 anni di età) provenienti da 27 Paesi, il 71% si è detto favorevole alla legalizzazione dell'aborto entro le prime dodici settimane di gestazione. Di questi, quasi la metà lo permetterebbe in qualunque caso la donna lo desideri, mentre il 24% solo in certe circostanze, come nel caso in cui la mamma abbia subìto violenza sessuale o si trovi in pericolo di vita a causa della gravidanza.

pro e contro. Dal 2014 ad oggi, l'aumento maggiore nei consensi è stato rilevato in Corea del Sud (+20 punti: 79% di favorevoli), Argentina (+15: 79%), Brasile (+11: 64%), Cile (+8: 73%) e Messico (+8: 59%). Al contrario sono diminuiti i pro-aborto in Turchia (-15: 56%), Francia (-9: 81%), Spagna (-8: 80%), Belgio (-6: 79%) e Regno Unito (-5: 80%). In Italia c'è stato un leggero aumento dei favorevoli: nel 2014 erano il 73% degli intervistati, oggi sono il 77%.

Nonostante le flessioni negative rispetto a precedenti indagini, il sì all'aborto legale prevale in tutti i Paesi analizzati tranne la Malesia, dove si ferma a un 30%. In più, nella maggior parte dei casi sono più le persone che ritengono necessario legalizzare l'interruzione di gravidanza in qualunque circostanza, e non solo in casi estremi di pericolo o violenza. In Italia, il 60% degli intervistati ritiene che si debba poter fare senza condizioni, mentre appena il 17% pone dei termini al sì.

9 ottobre 2021 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La (brutta) storia della follia raccontata attraverso i re e gli imperatori ritenuti pazzi, i rimedi adottati nei secoli per “curarla” e l'infinita serie di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un inferno peggiore del loro male. E ancora: quando le donne si sfidavano a duello; la feroce Guerra delle due Rose, nell'Inghilterra del '400.

ABBONATI A 29,90€

Senza l'acqua non ci sarebbe la Terra, l'uomo è l'animale che ne beve di più, gli oceani regolano la nostra sopravvivenza: un ricco dossier con le più recenti risposte della scienza. E ancora: come agisce un mental coach; chi sono gli acchiappa fulmini; come lavorano i cacciatori dell'antimateria; il fiuto dei cani al servizio dell'uomo.

ABBONATI A 29,90€
Follow us