Curiosità

2015: Anno Internazionale della Luce

La luce non è soltanto simbolo di vita, di civiltà, per alcuni di spiritualità. È anche una risorsa concreta, fondamentale per lo sviluppo sociale ed economico. L'Onu ha deciso di dedicare il 2015 alla luce e allo sviluppo delle tecnologie ad essa collegate.

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 2015 Anno Internazionale della luce e delle tecnologie basate sulla luce (IYL2015). Lo scopo è sensibilizzare sull'essenzialità della luce come fonte di energia, nello sviluppo dell'istruzione, nelle telecomunicazioni, nella salute e nell'agricoltura e di conseguenza promuovere la ricerca in materia di nuove tecnologie.

Dalla fotosintesi alla fibra ottica, dallo studio dell'Universo alla diagnostica per immagini in medicina: la luce è la base della nostra civiltà.

La Luce contro la povertà. L'Anno Internazionale della luce rappresenta per l'Onu un contributo al raggiungimento degli obiettivi dell'Unesco riguardanti il rafforzamento delle nuove tecnologie a supporto dello sviluppo sostenibile e dello sradicamento della povertà. Come l'acqua o il cibo, anche la luce è un bene di prima necessità. Secondo Philips Lighting, che è sponsor ufficiale del IYL2015, un quinto della popolazione mondiale non ha accesso all’illuminazione elettrica: «la maggior parte ricorre a lampade a petrolio o a candele per illuminare le case e gli uffici. Ma queste primitive fonti di luce causano la morte di 1,5 milioni di persone ogni anno per malattie respiratorie e incendi». Anche per questo è di primaria importanza sviluppare tecnologie della luce che portino a nuove forme di illuminazione ecologica e a basso costo.

Dalla Terra al cielo. L'Anno Internazionale della luce sarà celebrato nei modi più disparati. Ha iniziato la Nasa diffondendo queste immagini sviluppate grazie al telescopio Chandra. Alcuni temi trattati saranno infatti la luce cosmica, lo studio dell'Universo e la sensibilizzazione sull'importanza dei cieli notturni liberi dall'inquinamento luminoso.

Anniversari. Secondo l'Onu il 2015 è l'anno ideale per questa celebrazione. Quest'anno infatti cadono alcune importanti ricorrenze nella storia dello studio della luce: i primi lavori di Fernel sulle onde luminose (1815), l'elettromagnetismo di Maxwell (1865), la teoria della relativià di Einstein (1915) e la scoperta della radiazione cosmica di fondo (1965).

30 gennaio 2015 Sara Zapponi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us