Curiosità

10 assurde credenze e cure mediche dei tempi antichi

Reumatismi, mal di testa, infezioni, malattie mentali... Ecco le più strambe cure mediche della Storia, a partire da quelle dell'antico Egitto fino a quelle dei primi del Novecento.

Dalle carcasse e le viscere delle balene alle maschere "profumate" a forma di becco, passando per improbabili ingestioni di sangue di gladiatori morti e polveri di mummia. Ecco le più strambe e inutili cure mediche che venivano usate nel passato per curare malanni e malattie di ogni tipo. 

Le cure per il mal di denti? Topi morti

Tra i tanti bizzarri rimedi utilizzati nei secoli per curare il mal di denti (miele, peperoncino, cera, succo di ragno e cervello di coniglio), spicca quello degli Egizi, che per creare una pasta da applicare sulla zona dolorante usavano nientemeno che una mousse di topi morti mescolata con altri ingredienti naturali.

Ingerire piante amare era la cura per i disturbi digestivi

Nell'antica Grecia esisteva la "teoria degli umori", secondo la quale il corpo era governato da quattro umori in equilibrio tra loro (sangue, flemma, bile gialla e bile nera): le malattie erano causate da un loro squilibrio. I rimedi andavano dall'ingestione di piante amare per i disturbi digestivi a quella del sesamo per la febbre.

Il sangue dei gladiatori dava forza fisica

Nella Roma imperiale si credeva che bere il sangue dei gladiatori morti in combattimento potesse aumentare la forza fisica nonché guarire da diverse malattie. Questa bizzarra credenza derivava dall'idea che il sangue di una persona forte e valorosa potesse trasmettere le sue virtù a chi lo beveva.

Il buco in testa per i disturbi mentali

In alcune civiltà, tra cui quelle precolombiane, era diffusa la pratica di perforare il cranio, servendosi di attrezzi più simili a quelli dei fabbri che dei medici. Il fine? Curare mal di testa, lesioni e disturbi mentali. Nel Medioevo si credeva anche che, così facendo, gli spiriti maligni avrebbero lasciato l'ospite.

Contro l'epilessia c'era la polvere di mummia

In epoca medievale, ma anche per buona parte del Rinascimento (se ne trova documentazione fino al XVIII secolo), la polvere ottenuta dalla macinazione delle mummie egizie veniva utilizzata come rimedio per una vasta gamma di disturbi, tra cui il mal di stomaco, le emorragie e persino l'epilessia.

Le maschere con il becco lungo allontanavano la peste

Durante l'epidemia di peste bubbonica che investì l'Italia dal 1629 al 1633, tra i medici vi era l'usanza di indossare maschere dotate di un lungo becco ripieno di erbe e profumi. Si credeva, infatti, che il morbo si diffondesse solo per via aerea e che filtrando l'aria in tal modo la si potesse purificare, evitando il contagio.

L'emicrania si curava con le sanguisughe

Nel XIX secolo le sanguisughe venivano utilizzate per trattare una vasta gamma di disturbi, dai reumatismi alle emicranie. È attestata invece l'efficacia di questi anellidi (ma solo in casi ben definiti) per pulire ferite infette: essi si nutrono infatti di pelle morta e rilasciano con la saliva enzimi anticoagulanti e vasodilatatori.

Elettroshock per curare disturbi mentali

Per tutto il XIX secolo e fino all'inizio del XX, l'elettroshock è stato un trattamento diffuso per curare alcuni disturbi mentali tra cui l'isteria e la depressione, soprattutto all'interno di manicomi e case di cura. Peccato che tale procedura, estremamente pericolosa per il paziente, non abbia mai avuto basi scientifiche solide.

Per guarire dai reumatismi c'erano le carcasse di balena

A cavallo tra '800 e '900, in alcune località dell'Australia Meridionale si era diffusa la strana credenza che entrare nelle carcasse delle balene spiaggiate e strisciare tra le loro viscere in decomposizione per 20-30 ore (a intervalli regolari) potesse fungere da miracolosa cura per i reumatismi.

I bagni in mare per il "sovraffaticamento spirituale"

I medici norvegesi di inizio '900 credevano che fare brevi bagni in mare potesse curare isteria, nevrastenia, reumatismi, spossamento, lievi anemie e persino il "sovraffaticamento spirituale". Il tutto grazie alle proprietà stimolanti del sale e agli effetti benefici dell'acqua fredda sul metabolismo.

26 gennaio 2024 Simone Valtieri
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us