Non illuderti, è solo pittura!

Aguzzate la vista. Quello che vedete potrebbe non essere ciò che sembra. Vi mostriamo tutti gli inganni che un bravo bodypainter può creare.
Bastano colori atossici, una modella (o un modello) che faccia da tavolozza e alcune ore di pazienza, e l'illusione ottica è servita. Mettete alla prova occhi e cervello nelle prossime immagini...

zodiac_10_capricorn_def_altrtr1wqm9_altagasper_02_mediadolphin_alta200708161545591_alta11_due_specchio_altaphoto_hans-fantina_alta_2705butterfly_1_mediagirasole_altagun_alta124_uomo_schiena_altagasper_01_mediartr1wsrq_altazodiac_05_leo_def_altaiber_54074_webreu_rtr2tzq5_web_651470Approfondimenti
zodiac_10_capricorn_def_alt

Aguzzate la vista. Quello che vedete potrebbe non essere ciò che sembra. Sono cose che succedono, quando il body painting diventa così realistico da confondersi con la realtà. Bastano colori atossici, una modella (o un modello) che faccia da tavolozza e alcune ore di pazienza, e l'illusione ottica è servita. Mettete alla prova occhi e cervello nelle prossime immagini... 


Di che mese siete? Questo è il disegno che l'artista australiano Rudi Everts ha pensato per i nati sotto il segno del Capricorno, all'interno di una serie di dipinti su pelle dedicati alla zodiaco. Speriamo che alla modella non vada il sangue alla testa.
© Rudy Everts 

rtr1wqm9_alta

Concorsi, feste, manifestazioni, raduni, festival internazionali: le occasioni in cui sfoggiare un vestito fatto solo di colore si sprecano. Gli "occhi" che esibisce questa modella sono stati realizzati dalla truccatrice professionista Nadia Brito, in occasione di una parata di carnevale nell'isola spagnola di Gran Canaria. Un make up del genere non passerà di certo inosservato: per fortuna si tratta di una forma di body art non permanente: dura solo qualche ora e basta una doccia per cancellarla. Guarda un'altra pelle d'artista.

gasper_02_media

Una rana maculata si avvicina a un rigagnolo per bere, ma guardando più attentamente riusciamo a distinguere nel piccolo anfibio il profilo di una modella. È una delle creazioni dell’artista tedesco Andreas Gasper, che ha puntato su inquadratura e sfondo per creare un’illusione ottica perfetta. Ti piacciono le rane? Eccone due vere: una eremita e una blu e preziosa.
© Andreas Gasper

dolphin_alta

La moda del body painting esplose negli anni Sessanta, quando i giovani hippies iniziarono a sfoggiare corpi nudi e decorati in tutti i modi. Ma qualcuno si diverte a dipingere soltanto la parte più versatile del nostro corpo: le mani. Ecco il segreto per trasformare un pugno chiuso in un delfino. C'è chi, come l'artista calabrese Guido Daniele, ha inventato un intero zoo di "animani". Vieni a conoscerli sul blog ispot. Altre curiosità sul body painting le trovi qui.

200708161545591_alta

Rimaniamo sott'acqua per ammirare la querelle amorosa tra questi due pesci, raccontata dalle smorfie di due attori. Si tratta di face painting, una forma parziale di pittura del corpo diffusa oggi soprattutto tra i bambini ma dalle origini antichissime. In molte culture ci si colorava la faccia per cacciare o per esigenze religiose. Oggi c'è anche chi lo fa per protesta, per spirito patriottico o per dichiarare la propria fede...calcistica.

11_due_specchio_alta

A proposito di facce, eccone altre due impegnate in una conversazione. Affinché l'illusione riesca perfettamente, è fondamentale l'espressività dei modelli e qualche accortezza fotografica. Attorno al body painting ruota un mercato in ascesa, che punta soprattutto su moda e pubblicità. Seguici in un viaggio tra le illusioni ottiche, e non perderti la fotogallery sugli inganni dell'apparenza.

photo_hans-fantina_alta_270

Un colombo si concede un attimo di pausa tra una sessione di trucco e l'altra al World Bodypainting Festival, il più importante evento internazionale per gli appassionati di questa forma d'arte. Migliaia di visitatori accorrono ogni anno a Seeboden (Austria) per ammirare i capolavori di artisti di 40 diverse nazionalità. Oltre ai colori, si possono applicare sulla pelle anche piccole protesi, bottoni e altre decorazioni. Riuscite a riconoscere il corpo della modella?
© World Bodypainting Festival, Photo: Hans Fantina

5butterfly_1_media

Una rarissima tigre bianca sorride all'obiettivo del fotografo, che riesce a rubarle un primissimo piano. Se fosse vero, sarebbe un evento eccezionale. Ma si tratta in realtà di un curioso esperimento di pittura del corpo. Siete riusciti a capire quale parte del corpo è stata usata per creare quest'illusione? Se la risposta è no, cliccate qui. Guardate anche una vera tigre bianca.

© Craig Tracy

girasole_alta

Anche se animali e volti sono tra i soggetti preferiti dei bodypainters, alcuni artisti si dilettano anche a riprodurre oggetti e nature morte. Ecco un soggetto tipico da pittura su tela: un vaso di girasoli appoggiato su un tavolo. Meglio i capelli della modella o i petali dell'originale?

gun_alta

Mani in alto, questa è una pistola. I pionieri della pittura su corpo ebbero qualche problema con la legge. Sembra che il primo esperimento di body painting moderno risalga al 1933, quando Max Factor fece esibire la sua modella - truccata dalla testa ai piedi con un nuovo make up formulato per i film di Hollywood - alla Fiera Mondiale di Chicago. I due furono arrestati per disturbo alla quiete pubblica.
Scopri che cosa c'è dietro a uno sparo.

124_uomo_schiena_alta

Una bella ragazza con i fiori tra i capelli? Guardate meglio. Quando si tratta di pittura del corpo, tutto è lecito. Anche fingere di essere la donna dei vostri sogni, almeno per qualche ora.

gasper_01_media

Per isolare alcune parti del corpo basta giocare un po' con lo sfondo. Sul nero si riesce addirittura a creare un effetto tridimensionale: ecco due pezzi di un puzzle che combaciano perfettamente. Scopri come si fa a "tagliare" un puzzle (per leggere la risposta occorre essere registrati).
© Andreas Gasper

rtr1wsrq_alta

Questa mamma è letteralmente un tutt'uno con il suo bebé. Sarà forse perché il piccolo le è stato disegnato sulla pelle? Questa e altre suggestive creazioni sono state presentate al Body-Art Fashion Festival di quest'anno a Kiev, in Ucraina. C'è anche chi in questa manifestazione si è fatto dipingere qualcosa di meno rassicurante (questa volta sulla schiena), e chi ha partecipato a un vero e proprio mosaico vivente.

zodiac_05_leo_def_alta

Neppure il re della foresta si è sottratto alla moda del body painting: eccolo in tutta la sua maestosità. Con lui si chiude la nostra fotogallery. Ma non perdetevi un altro Re Leone sedotto dalla pittura su corpo.
© Rudy Everts 

iber_54074_web

Finalmente qualcosa che i calvi possono fare e i capelloni no. Quando ha iniziato a perdere i capelli Philip Levine, da Londra, non si è perso d'animo e ha pensato di sfruttare la calvizie per una divertente e innovativa forma d'arte. Con l'aiuto dell'artista inglese Kat Sinclair, specializzata in body art, ha trasformato la sua testa pelata in una tela su cui sbizzarrirsi con colori e materiali inusuali. Ad oggi il suo cranio rasato ha ospitato disegni di farfalle, puntine, aghi impiantati con la tecnica dell'agopuntura, chicchi di caffè, zuccherini colorati e persino mille cristalli Swarovski. Con un'autoironia e una creatività che sono una vera ispirazione per chi è alle prese con l'alopecia.
Una gallery dedicata alle illusioni del bodypainting (guarda)
Body art, tra passato e presente

reu_rtr2tzq5_web_651470

In mezzo alle confezioni di frutta e verdura si cela il più camaleontico degli artisti: Liu Bolin, 38 anni, dalla Cina, è il maestro dei travestimenti. La sua abilità, lo potrete facilmente intuire, è quella di dissolversi nell'ambiente circostante, grazie al sapiente lavoro di pittori di fiducia. I suoi sfondi preferiti sono paesaggi urbani anonimi, come muri pieni di graffiti, o tipiche località note ai turisti come i canali veneziani o le poltroncine del Teatro Alla Scala di Milano. Scopo della sua arte è dimostrare come lo sviluppo materiale ed economico stia portando l'uomo a scomparire nel suo ambiente.
Una gallery dedicata al bodypainting camaleontico: camuffati ad arte
Altre illusioni create dalla body art (guarda)

Aguzzate la vista. Quello che vedete potrebbe non essere ciò che sembra. Sono cose che succedono, quando il body painting diventa così realistico da confondersi con la realtà. Bastano colori atossici, una modella (o un modello) che faccia da tavolozza e alcune ore di pazienza, e l'illusione ottica è servita. Mettete alla prova occhi e cervello nelle prossime immagini... 


Di che mese siete? Questo è il disegno che l'artista australiano Rudi Everts ha pensato per i nati sotto il segno del Capricorno, all'interno di una serie di dipinti su pelle dedicati alla zodiaco. Speriamo che alla modella non vada il sangue alla testa.
© Rudy Everts