L'illusione ottica che fa sparire il Louvre

La celebre piramide di vetro e acciaio svanisce nel palazzo retrostante, grazie a uno studiato trompe l'oeil: l'idea dello street artist e fotografo JR.

jrartistlouvre3jrartistlouvre7jrartistlouvre4jrartistlouvre5jrartistlouvre6jrartistlouvre8reu_rtsfwrpreu_rtsfws0Approfondimenti
jrartistlouvre3

Chi si trovasse a Parigi in questi giorni, e fino al 28 giugno, potrebbe notare che... manca qualcosa. Che fine ha fatto l'iconica piramide trasparente all'ingresso del Louvre? È scomparsa grazie alla sapiente illusione creata da JR, street artist e fotografo francese che ha ricreato su uno degli elementi architettonici più famosi al mondo un effetto trompe l'oeil su grande scala.

jrartistlouvre7

Nell'arco di due settimane, l'artista ha fatto fissare sulla piramide gigantesche stampe fotografiche che riproducono l'esatto motivo decorativo del palazzo retrostante. Le immagini sono in bianco e nero per far percepire l'illusione rispettando, allo stesso tempo, lo spazio sul quale è ospitata.

jrartistlouvre4

In questo modo, vista dalla giusta angolazione, la piramide sembra annullarsi e scomparire nell'edificio principale. L'installazione incoraggia i visitatori ad avere un ruolo attivo nella fruizione dell'opera, e allo stesso tempo spinge a riflettere sul concetto di immagine e di icona, nell'era della globalizzazione e della condivisione di massa.

jrartistlouvre5

Il fotografo ha raccontato di aver tratto l'ispirazione per il suo lavoro osservando per un paio di giorni le migliaia di turisti che si affollavano davanti al museo, cercando l'angolazione ideale per inquadrare la piramide e scattandosi selfie di fronte al monumento.

jrartistlouvre6

Con sua grande soddisfazione, JR si è accorto che i turisti hanno continuato il loro rapporto interattivo con l'edificio anche dopo il suo intervento, discutendo sulla migliore angolazione da cui scattare per apprezzare a pieno l'illusione e parlando del suo lavoro.

jrartistlouvre8

L'artista li ha fotografati a sua volta, e i loro volti e reazioni sono divenuti parte integrante dell'installazione, completata il 28 maggio e denominata JR au Louvre. Se da un lato il suo lavoro vuole essere un invito a vedere le cose anche da una diversa prospettiva, dall'altro JR spera che la sua arte possa essere uno strumento di aggregazione e confronto.

reu_rtsfwrp

JR, il cui nome preciso non è noto, utilizza le foto monumentali in bianco e nero per appropriarsi degli spazi urbani, un po' come fossero graffiti. La sua carriera è decollata proprio a Parigi dove, dapprima illegalmente e poi con un crescente favore da parte della critica e delle istituzioni, ha iniziato, più di 10 anni fa, a esporre fotografie giganti dei giovani delle periferie della capitale francese sui muri dei quartieri popolari della città. Tra il 2008 e il 2009 i suoi collage di occhi e volti di donne sulle case delle favelas di Rio (dal titolo Women are Heroes) hanno fatto il giro del mondo. Nella foto, lo vediamo posare davanti alla sua ultima opera.

reu_rtsfws0

La Piramide del Louvre, ideata dall'architetto sino-americano Ieoh Ming Pei, fu inaugurata tra le (consuete) critiche nel 1989, ma riscosse da subito un immediato successo di pubblico, e oggi è il simbolo per eccellenza del museo.
Vedi anche: canguri, musei e altri segreti di Parigi, dove vi raccontiamo (anche) come Jules Verne predisse la costruzione della Piramide.

Chi si trovasse a Parigi in questi giorni, e fino al 28 giugno, potrebbe notare che... manca qualcosa. Che fine ha fatto l'iconica piramide trasparente all'ingresso del Louvre? È scomparsa grazie alla sapiente illusione creata da JR, street artist e fotografo francese che ha ricreato su uno degli elementi architettonici più famosi al mondo un effetto trompe l'oeil su grande scala.