Focus

Le opere d'arte digitali inedite di Andy Warhol

Le opere d'arte digitali inedite di Andy Warhol.

Un autoritratto digitale di Andy Warhol: quando lo fece, probabilmente tra il 1985 e il 1987, l'arte digitale era ancora agli inizi. E i computer con software di grafica ancora poco diffusi.

Una versione in pixel dei Campbell's soup, una delle opere più famose di Warhol. L'artista li dipinse nel 1962, trasformando una scatoletta di cibo precotto in un'opera d'arte. In realtà la zuppa era un simbolo di consumo e benessere che l'artista, di umili origini, apprezzava. Era anche un omaggio alla madre che amava le zuppe Campbell e ne riempiva la credenza.

Una versione Pop... con tre occhi di La nascita di Venere del Botticelli.

Un depliant pubblicitario di Amiga degli anni 80 con Warhol in copertina: l'artista era stato scelto dalla Commodore come testimonial perché era noto il suo amore per le nuove tecnologie.

Gli strumenti del mestiere

Un autoritratto digitale di Andy Warhol: quando lo fece, probabilmente tra il 1985 e il 1987, l'arte digitale era ancora agli inizi. E i computer con software di grafica ancora poco diffusi.