Focus

La morte di Hans Giger, il "padre" di Alien

L'artista svizzero Hans Ruedi Giger, nato nel 1940, è morto in seguito a una caduta. Nota per i toni cupi della sua produzione, è famoso perché ha inventato il personaggio di Alien.

giger
L'artista svizzero Hans Ruedi Giger in una foto del 2011. |

È morto ieri, in seguito alle conseguenze di una caduta, l'artista svizzero Hans Rudolph Giger, nato a Coira (Svizzera) nel 1940. Giger è stato pittore, grafico, scultore, disegnatore e esperto di effetti speciali; noto soprattutto per la sua partecipazione al film Alien di Ridley Scott (1979), di cui Giger ha inventato il protagonista principale (vedi video a fine notizia).

Alien infatti non è solo il mostro che cerca di invadere i corpi dell'equipaggio dell'astronave "Nostromo", ma un essere dalla biologia complessa, un parassita metà organico metà minerale. Giger ne ha disegnato tutto il possibile ciclo di vita, dalla deposizione delle uova all'invasione di un corpo organico all'uscita del "piccolo".

 

L'opera di Hans Rudolph Giger
VAI ALLA GALLERY (N foto)

 

Vita biomeccanica
Oltre ad Alien, Giger ha disegnato anche arredamenti per interni, sedie, bar e copertine di dischi (Brain salad surgery, di ELP). Ha partecipato, sia pure molto indirettamente, anche a un altro film di fantascienza, Dune di David Linch. Quest'ultimo infatti, in alcuni punti, si ispira a schizzi di Giger per un (abortito) Dune del regista cileno Alejandro Jodorowsky.

Horror e biologia
Giger è famoso per ispirarsi all'opera dello scrittore americano H.P. Lovecraft e infondere nelle sue creazioni, temi a metà tra la biologia e la meccanica, costruendo quindi esseri "viventi" dotati anche di parti meccaniche che permettono loro la sopravvivenza in ambienti estremi, come lo spazio.

 

Dietro le quinte di Alien

 


Ti potrebbero interessare

 

Qual è il miglior film di fantascienza?

 

13 maggio 2014 | Marco Ferrari